IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caccia al cinghiale nel Sansobbia, è polemica. “Si spara a pochi metri dall’asilo”

Intervento autorizzato dalla Regione: sul posto polizia provinciale con una squadra di cacciatori

Albisola S. E’ polemica ad Albisola per l’autorizzazione concessa dalla Regione Liguria di consentire la caccia al cinghiale fino alla foce del torrente Sansobbia: questa mattina molti gli abitanti che hanno sentito spari a pochi metri dalle case, tra allarme e preoccupazione.

“Alla foce, nella zona Grana, i cacciatori hanno sparato a dei cinghiali, a pochi metri da un asilo, ma anche vicino ad abitazioni, uffici e strade di scorrimento. Non ci sono parole ed è giusto sollevare la protesta”.

La battuta di caccia era autorizzata dalla Regione e si è svolto con l’intervento della polizia provinciale con alcune squadre di cacciatori a supporto dell’operazione che ha consentito di abbattere qualche animale: da tempo ormai i cinghiali si spingono con regolarità nel fiume e arrivano fino alla foce del torrente albisolese.

Maltempo

Per questo è stato giustificato un’abbattimento che senz’altro non mancherà di suscitare ancora polemiche, tra gli animalisti ma anche tra i residenti della zona allarmati dai rumori degli spari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da hood

    Viviamo un un mondo dove la stampa invece di informare crea l’allarme per fare notizia. E’ difficile capire, se non si conoscono le modalità di intervento, come si svolgono queste battute che si fanno in tutta Italia con protocolli di massima sicurezza proprio per evitare che qualche cinghiale crei il panico nelle vie cittadine o provochi un incidente stradale.