IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bocche cucite dall’Albania, il “Piper” dell’Aero Club di Villanova resta sotto sequestro

Il velivolo da oltre un mese è ancora "ostaggio" nei pressi di Durazzo dopo il rocambolesco atterraggio nei pressi di Ishem

Villanova d’Albenga. Un mese di silenzio. Un mese senza risposte, solo attese con una scuola di volo complesso che non decolla per colpa della burocrazia. E’ con i nervi a fior di pelle Mauro Zunino, presidente dell’Aero Club di Savona e della Riviera Ligure. “Questa è una situazione a dir poco kafkiana – sottolinea – Al di là della vicenda relativa a Guido Guidi di fatto – dice  – c’è un nostro aereo con 800 ore di volo sotto sequestro al di là dell’Adriatico. Abbiamo pronto un piano di intervento per il recupero: una squadra di tecnici è pronta a raggiungere l’Albania verificare l’entità dei danni ed eventualmente prendere in considerazione l’ipotesi di riparare il velivolo sul posto. Ma ora come ora non sappiamo nulla ed è per questo che abbiamo scritto, questa volta con la posta ordinaria, all’Ambasciata e per conoscenza alle autorità competenti”.

Alimenta ancora forti dubbi il misterioso episodio del Piper A 32 Saratoga. “Non abbiamo notizie ufficiali sulla sorte del pilota, ma soprattutto del nostro Piper A 32 matricola I-ESSE. Il nostro legale ha scritto una raccomandata ufficiale all’Ambasciata Italiana in Albania ed al Consolato giacché le norme impongono alle autorità deputate di comunicare alla proprietà dei velivoli quanto ad essi accade di accidentale”, dice amareggiato Zunino  per il danno che l’Aero Club ha subito. “Grave è sicuramente il  comportamento di un qualificato pilota al quale avevamo dato una mano per riprendersi da un passato dramma di vita, mentre oggi, se confermate le informazioni desunte dagli organi di stampa e dai rumors, pagherà o sta già pagando le conseguenze di uno scriteriato atto”.

Ma l’attività del Club va avanti. “Per fortuna il sodalizio aeronautico che dal 1949 opera nel sociale, accompagna i giovani nel mondo del lavoro aeronautico, promuove eventi con considerevole successo, opera nei campi della promozione del territorio, dell’assistenza a tutti i velivoli, ma soprattutto ai piloti che da oltre sessantanni su Villanova d’Albenga hanno trovato sempre, nell’Aero Club, assistenza aiuto, condivisione, sprone, supporto qualificato ed amicizia – dice Zunino –  I corsi stanno andando molto bene, ma  non possiamo garantire quelli “complessi” perché quel velivolo veniva adoperato proprio per questa particolare sezione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.