IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Appalti Iren, 4 anni di occupazione stabile per i lavoratori edili

Più informazioni su

Savona. Una battaglia sindacale lunga quattro anni per 250 lavoratori edili della Liguria nel settore degli appalti di Iren per la manutenzione e pronto intervento di acqua, gas e fognature. Quattordici scioperi e undici manifestazioni, sottolineano i sindacati, hanno fatto si che nel nuovo bando di gara indetto per i due maxi lotti di lavori nell’ambito gas e acqua (120 milioni di euro), Ire-Ireti inserisse un punteggio congruo per le imprese che in caso di vincita avrebbero garantito l’assorbimento degli occupati delle ditte oggi impegnate nei lavori, altrimenti a rischio licenziamento, e che venisse applicato a tutti il contratto dell’edilizia. Ora l’accordo fra i sindacati e i raggruppamenti che hanno vinto gli appalti, conferma le tutele.

“L’intesa salvaguarda l’occupazione di oltre 250 edili liguri – commentano Fabio Marante, segretario della Fillea-Cgil, Andrea Tafaria (Filca-Cisl) e Roberto Botto (Feneal-Uil) -. E’ una boccata d’ossigeno per il nostro territorio: nessuno dei lavoratori in essere perdera’ il posto: verra’ assunto anche il personale licenziato ingiustamente da Coget un anno fa e i 41 dipendenti della Canale, pure se la ditta non ha partecipato al bando”.

“Vogliamo di piu’, perche’ fra quattro anni il problema potrebbe ripresentarsi. Non abbiamo rinunciato alla clausola sociale (attiva in passato, che garantiva continuita’ per i lavoratori con il passaggio alle aziende vincitrici, ndr)” aggiunge Botto.

Il raggruppamento che si e’ aggiudicato l’appalto per il primo lotto, Levante, da Genova a Moneglia, comprende Cosme, Integra e Italscavi. Il secondo, Ponente, da Genova a Savona, Cogni, Sirce, Tecnocostruzioni e Idroedil.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.