IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora: causa durata 5 anni, il Consiglio di Stato dà ragione a Floris

Dopo il tar è stato il consiglio di Stato a chiarire la vicenda che aveva visto impegnata l'ex amministrazione

Andora. Non era tempo perso, non erano soldi buttati al vento. Aveva ragione l’ex amministrazione comunale guidata da Franco Floris a tutelare i cittadini per cinque anni prima davanti al tar e poi davanti al consiglio di Stato. Ci sono voluti cinque anni, la giustizia amministrariva ha fatto il suo corso e dato ragione a chi ha amministrato Andora per cinque anni,

La a causa riguarda una strada. Il Comune di Andora, insieme ai cittadini di Conna, aveva promosso un’azione legale nei confronti di un privato. In sostanza riteneva che una strada, qualificata come pubblica, fosse di sua proprietà e pertanto pretendeva di chiuderla al passaggio pubblico.

Prima il tar e poi il consiglio di Stato alla fine tutto è stato chiarito. Ed è stato lo stesso ex sindaco Franco Floris ad aver annunciato la vittoria: “L’avvocato mi ha informato che, dopo una serie di sentenze per le quali sono decorsi alcuni anni, la causa è stata vinta. Aggiungendo “mi sembrava giusto informarla sapendo che le avrebbe fatto piacere”. Certo che sono compiaciuto, prima di tutto per Andora e per i cittadini, ma soprattutto per un principio per me fondamentale: difendere l’interesse pubblico contro tutti e tutto anche a fronte di importanti costi”.

E Floris ne approfitta per togliersi un sassolino dalle scarpe: “Ricordo che la difesa dell’interesse pubblico ci ha consentito di mantenere la proprietà della Piazza del Mercato, Villa Laura, aree Luna Park, aree Palazzo Tagliaferro, aree zona Croce Bianca, diverse strade e tanto altro. Non erano soldi spesi male quelli per difendere i beni di proprietà pubblica”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.