IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Borghetto inaugura il monumento alla Resistenza fotogallery

L'iniziativa è stata promossa dall'Anpi di Borghetto

Più informazioni su

Borghetto S.S. A 73 anni dall’8 Settembre 1943 Borghetto Santo Spirito inaugura il monumento alla Resistenza, fortemente voluto dalla locale sezione dell’Anpi (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) in collaborazione con il Comune stesso.

monumento resistenza borghetto

Il taglio del nastro è in programma giovedì 8 settembre, alle ore 17, nella centrale piazza libertà. “L’8 settembre non fu solo tragedia ma, man mano che il trascorrere il tempo e con il consolidarsi della riflessione storica, questa data può essere ricordata anche per gli eventi luminosi che ne scaturirono. Innanzitutto la Resistenza, che cominciò dai militari, dai giovani soldati e da molti ufficiali, i quali non deposero le armi, non si consegnarono ai tedeschi e iniziarono a combatterli come poterono. Ne segue quindi la rinascita dei partiti e la formazione di un governo di unità antifascista che creò le premesse del rapido sviluppo della Resistenza e della sua affermazione come la guerra di Liberazione nazionale” commentano dal Comune di Borghetto.

“Il monumento vuole ricordare le vite di tutti quei cittadini che, con ruoli ed incarichi diversi, hanno voluto sacrificare la loro vita per gli ideali di libertà, democrazia e giustizia sociale, per porre fine alla lunga storia iniziata nel 1922 con l’avvento del fascismo, passando attraverso la prigionia politica, la crisi del governo Mussolini, senza dimenticare i campi di concentramento ed arriva sino alla Resistenza, il cui inizio è individuato proprio nell’8 settembre” aggiungono dall’amministrazione comunale.

“Le battaglie per la liberazione e l’esultanza per la grande vittoria sul regime fascista, spesso rischiano di non essere più facilmente riconosciute, ma ora rivivono nella bella opera d’arte che s’inaugura, di cui la città potrà sempre andare orgogliosa. Il monumento costituisce un nuovo riconoscimento alla memoria dei Partigiani e di tutti coloro che hanno sacrificato la propria vita per la libertà dell’Italia e delle nuove generazioni. Non vi era collocazione più ovvia se non nella piazza denominata proprio Libertà, così intitolata dopo la fine della seconda guerra mondiale perché fosse luogo della memoria della Resistenza italiana al nazifascismo e delle riconquistata indipendenza, autonomia e sovranità del popolo” precisano dal Comune.

“Un particolare ringraziamento all’Anpi e soprattutto alla locale sezione ‘Sandro Pertini’ che ne ha voluto la realizzazione e collocazione attraverso la sua presidente onoraria Adriana Colla, la partigiana ‘Vittoria’. Borghettina di adozione lo ha donato al Comune al fine di trasmettere i valori della Resistenza alla popolazione tutta. Le idee che si materializzano, nel candore e nella solidità del marmo, vogliono essere un contributo visuale, un valore che prende forma solida quindi tangibile ed inalienabile, affinché importanti qualità non vadano ad estinguersi per mano del tempo e della conseguente sbiadire della memoria” aggiungono dall’amministrazione comunale.

“L’opera nasce dall’ingegno e dalla bravura dell’artista scultore Simone Finotti, il quale ha affermato che: ‘il presente altro non è che il principale erede del passato e della sua storia, ma allo stesso tempo germoglio del futuro’. Ricavata da un unico blocco rappresenta due forze opposte rappresentate da mani che si affrontano, inframezzate da un grande libro sul cui dorso, in lettere dorate, campeggia la scritta ‘Costituzione’” concludono dal Comune.

Il programma della cerimonia d’inaugurazione del monumento prevede, alle ore 17, il saluto del Commissario Straordinario del Comune di Borghetto Andrea Santonastaso, e a seguire l’orazione ufficiale da parte del rappresentante Anpi e segretario provinciale Samuele Rago.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.