IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Andora, successo per il festival del noir “Ag Noir”: i vincitori del concorso letterario foto

I tre giorni di incontri con autori nazionali, giornalisti, antropologi e criminologi sono stati seguiti da un folto pubblico

Andora. Successo di pubblico per Ag Noir, il festival del noir di Andora che ieri sera ha proclamato i vincitori del suo concorso letterario, al termine di tre giorni di incontri con autori nazionali, giornalisti, antropologi e criminologi seguiti da un folto pubblico. Si è parlato sia del noir letterario che di quello quotidiano, dei grandi casi di cronaca nazionale ricostruiti con ospiti come l’ex procuratore Vincenzo Scolastico, il giornalista Massimo Numa, l’avvocato penalista Francesco Maresca che si è occupato del Delitto di Perugia e la criminologa Roberta Bruzzone.

Andora, per tre giorni, si è tinta di noir anche grazie alle decine di vetrine a tema realizzate dai commercianti che hanno partecipato con entusiasmo all’evento dedicando al festival aperitivi, dolci, gelati, granite, realizzando vetrine di abbigliamento in rosso e nero, allestimenti di veri e propri set con scene del delitto, ispirate al lavoro dello scrittore o ai classici del cinema noir.
I dieci racconti da brivido, un paio dei quali ambientati ad Andora, che hanno vinto AG Noir, saranno pubblicati in una antologia realizzata da Cordero editore di Genova. I testi, a cui è stato aggiunto un undicesimo come menzione speciale, sono stati selezionati da una giuria capitanata dallo scrittore Andrea G Pinketts che ha condotto questa seconda edizione insieme allo scrittore Andrea Carlo Cappi e Christine Enrile della C|E Contemporary che organizza la rassegna ideata dal Comune di Andora, Assessorati alla Cultura ed Associazioni.

A conquistare il premio sono stati Alessandro Colzi di Milano con il racconto “Lo strumento del diavolo”, Ambra Arcamone di Novi Ligure con “La firma dell’assassino”, Anna Lauro di Andora con “Pagina novantotto”, noir ambientato nell’ambito del Festival andorese, Antonio Luciano Sbarra di Arese con “Tutti pazzi per Marta”, Elena Coppari di Ancona con “Ad agosto”, Guido Norzi di Andora con “Nel teccio”, Paolo Panzacchi di Sassuolo con “Quattro minuti alla fine”, Riccardo Carli di Comacchio con “Più livido del buio”, Roberto Masini di Alessandria con “Antologia”, Silvia Laguzzi di Genova con “Capodanno”. Quest’anno, per la prima volta, è stata data anche una menzione speciale a Cosimo Gentile di Benevento per il suo racconto “Il lato mancante” che sarà anch’esso inserito nell’antologia dei vincitori.

Ag Noir Andora Festival Noir

La giuria capitana da Andrea G. Pinketts era formata dallo scrittore Andrea Carlo Cappi per la Cordero editore, da Daniele G Genova, scrittore, da Maria Teresa Nasi assessore alla cultura del Comune di Andora, Christine Enrile coordinatrice di eventi culturali internazionali, Enrico De Ghetaldi, docente e Monica Napoletano, giornalista. Hanno selezionato i vincitori fra i ben 53 racconti arrivati da ogni parte d’Italia. Il coordinamento del concorso è stato realizzato da Patrizia Lanfredi, assessore alle associazioni del Comune di Andora.

A far da cornice agli autori di Ag Noir, la rassegna libraria “La buona lett(erat)ura” che ha portato ad Andora scrittori e libri editati da prestigiose case indipendenti. In contemporanea al Festival è stata inaugurata nel Museo Mineralogico, la mostra “Il gioco oscuro dell’altro” di Alessandro Pagani che rimarrà aperta fino al 31 agosto, ogni sabato e domenica, dalle 19 alle 23. L’ingresso è libero.

Ag Noir Andora Festival Noir

Ag Noir nasce da un’idea del sindaco Mauro Demichelis, proposta agli scrittori Daniele G Genova e Andrea G Pinketts che ha accettato di farne da padrino: “Siamo soddisfatti dal successo di pubblico riscosso e che la qualità dei contenuti proposti sia sta apprezzata. AG Noir ha portato ad Andora una rappresentanza importante dell’ editoria noir italiana, ma anche giornalisti, magistrati e criminologi che hanno seguito i grandi casi di cronaca nazionale ed hanno spiegato al pubblico le tecniche investigative usate – ha dichiarato il sindaco di Andora Mauro Demichelis – Un evento culturale sul quale punteremo molto perché ci permette di far conoscere il nome di Andora a livello nazionale. Ringrazio gli autori presenti, Christine Enrile, Pinketts, Genova e Cappi per la brillante conduzione, ma anche i tanti commercianti di Andora che hanno realizzato allestimenti e vetrine bellissime contribuendo al successo della tre giorni”- conclude il sindaco Demichelis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.