IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tasse invariate a Pietra Ligure, l’assessore Frumento: “Bilancio ok”

Fontana: "La Tari resterà invariata"

Pietra Ligure. Tasse invariate a Pietra Ligure. Questa sera il consiglio comunale pietrese porterà in discussione le tariffe della Imposta Unica Comunale, che riunisce le tasse sui rifiuti (Tari) quella sugli immobili (Imu) e quella sui servizi indivisibili.

Pietra Ligure Consiglio Comunale

“Non approviamo ancora il bilancio previsionale, che porteremo in occasione della prossima seduta – spiega Daniela Frumento, assessore al bilancio del Comune di Pietra – ma soltanto le aliquote della Iuc, che per legge dobbiamo approvare entro il 30 aprile. La Legge di Stabilità ci impone di avere le stesse aliquote del 2015, quindi per quest’anno le tasse resteranno invariate e comprenderanno l’azzeramento dell’Imu sull’abitazione principale”.

Approvate queste cifre, l’amministrazione potrà lavorare sul bilancio di previsione: “Anche quest’anno abbiamo fatto le cose in regola e siamo riusciti a chiudere il bilancio, che sarà piuttosto roseo – aggiunge Frumento – Per quanto riguarda le vecchie polemiche aspettiamo che le indagini facciano il loro corso”.

Pietra Ligure Consiglio Comunale

Anche la Tari resterà invariata rispetto all’anno scorso: “I pietresi riceveranno delle cartelle redatte a norma di legge – sottolinea il consigliere Paolo Fontana – Come previsto dalla legge, il costo del servizio dovrà essere coperto dai contributi dei cittadini e non cambierà rispetto agli anni precedenti. Questo grazie al contratto di appalto, che prevede un costo forfettario che deve essere suddiviso tra tutti i residenti”.

L’unica differenza rispetto all’anno scorso è il “piccolo risparmio di circa 7 mila euro che la Regione ci ha concesso in quanto abbiamo raggiunto la quota minima di differenziata”.

Per il resto, tutto resterà invariato: “Il calcolo della Tari non è facile – ricorda Fontana – Le attività produttive si dividono in circa una trentina di categorie che hanno parametri completamente diversi l’una dall’altra. Le bollette delle utenze famigliari, invece, sono calcolate sulla base della superficie degli appartamenti e dei componenti dei nuclei e quindi dire esattamente quanto spenderà ciascun pietrese o è assai complesso”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.