IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Superenduro, 7 e 8 maggio tappa a Varazze foto

Tra il Beigua e Varazze, il mese di maggio vedrà i protagonisti nazionali del superenduro sui sentieri dell'entroterra ligure

Varazze. Il 7 e 8 maggio il Superenduro powered by SRAM si sposta in Liguria e toccherà Varazze, dove prenderà il via la seconda tappa della stagione 2016.

La località, ben nota per il turismo balneare e per essere uno dei migliori spot italiani per il surf da onda praticabile anche in notturna, in realtà a pochi chilometri nell’entroterra nasconde alcune tra le più belle montagne della regione, custodite all’interno della più vasta area protetta della Liguria, il geoparco del monte Beigua.

Per la sua bellezza e unicità questo luogo a partire dal novembre 2015 è stato riconosciuto come sito UNESCO ed inserito nella prestigiosa lista dei geoparchi globali (UNESCO Global Geoparks).
Una risorsa importantissima per il territorio e per tutti i biker di zona, come le crew “Beigua Insane Tribù” e “Quelli che pedalano alle falde del Beigua”, che ormai da diversi anni lavorano costantemente alla pulizia e ripristino dei sentieri che da oltre 1.000 metri di quota scendono fino al livello del mare, attraversando foreste di conifere, faggio e castagno in montagna e macchia mediterranea nella zona più costiera.

Il Superenduro è il miglior evento che potessimo ospitare” dichiara Marco D’Aliesio Presidente di Vaze Free Time, “ci permette di valorizzare il nostro territorio al 100% ospitando l’area paddock in riva al mare nella cittadina di Varazze e la partenza delle speciali in cima alle montagne in un ambiente unico. Questo è il nostro punto di forza ed è ciò che vogliamo che i Superenduristi tocchino con mano“.

La Varazze Superenduro powered by SRAM sarà una gara impegnativa sotto diversi punti di vista.
Quattro le prove speciali, per una lunghezza complessiva di 47 km di gara e 1850 metri di dislivello. Molti atleti conoscono il territorio ligure e le sue insidie.

Nell’arco della giornata di gara, si attraverseranno ambienti totalmente differenti tra loro e soprattutto le gomme poggeranno praticamente su ogni terreno possibile. Si passerà dal più morbido, terroso e fresco ambiente di prateria e sottobosco di montagna, fino alle tipiche sezioni rocciose e secche della zona più costiera con passaggi tecnici caratteristici di questa regione.

Proprio per questa diversità ed eterogeneità del territorio che i biker si troveranno ad affrontare all’interno della stessa giornata di gara, la scelta del setting del mezzo, ma anche la strategia e gestione delle proprie energie, saranno determinanti per portare a casa un buon risultato.

Diversi sono i rider in forma questa stagione, non ultimi i neo laureati Campioni italiani Vittorio Gambirasio e Laura Rossin, ai quali rinnoviamo i nostri complimenti. Chissà se qui a Varazze, tra mare e monti e con una gara così diversa rispetto a Massa Marittima e Sestri Levante, vedremo gli stessi valori in campo.
Il primo appuntamento è per il weekend precedente la gara 29 e 30 aprile e il 1 maggio, quando verrà annunciato il percorso gara e arriveranno i primi feedback dai rider.

Ma per sapere come andrà a finire bisogna solo attendere il 7 e 8 maggio, quando a Varazze proseguirà il percorso di questa entusiasmante stagione 2016 di Superenduro powered by SRAM.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.