IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il sigillo di Andrea Gallo e Olga Cappiello sulla prima Granfondo di Andora fotogallery

Quasi 900 ciclisti in gara per la prima prova di Coppa Piemonte

Andora. Buona la prima. La Coppa Piemonte sbarca ad Andora per la prima gara della stagione e all’appuntamento si presentano 885 dei quasi mille iscritti. Nella 1ª Granfondo della Riviera La Specialissima ci sono tutti i più forti granfondisti del Piemonte con l’aggiunta dei bergamaschi del Team Isolmant. Che fanno la voce grossa sin dalle prime salite. Il tracciato è unico, misura 105 chilometri di lunghezza con 1.990 metri di dislivello positivo e presenta le salite monumento delle Alpi Liguri: Testico, Passo del Ginestro e Colle San Bartolomeo. Alle 9,30 in punto il cielo è nuvoloso e l’aria tiepida, scaldata dal leggero vento che soffia dal mare verso l’entroterra.

La gara si decide in discesa. Su quella che riporta la corsa verso Andora restano in sette, che collaborano sino a poco prima del traguardo di via Cavour. “Le discesa hanno fatto più selezione delle salite” ha detto Andrea Gallo, due vittorie nel 2015 in Coppa Piemonte. Tutti guardano Gallo che parte secco ai 200 metri e che vince in 3 ore 3’57” alla media di 34,25 chilometri orari con una bicicletta di vantaggio sul bergamasco Luigi Tarchini (Team Isolmant) e sul piemontese Fulvio Rosso (Roero Speed Bike). “Mi ero studiato il punto dove partire – ha spiegato il ciclista del Pedale Sport Canale – e sono partito lì”. Quarto posto per Aldo Ghiron (Edilcase 05) e quinto per Fabio Oliveri (Bicistore).

Tra le donne la torinese Olga Cappiello (Team De Rosa Santini) fa il vuoto al 65° chilometro. Allunga in salita e la rivedono al traguardo. Vince in 3 ore 14’52” con 2’06” di vantaggio sulla bergamasca del Team Isolmant Manuela Sonzogni e 15’59” sulla compagna di squadra Ilaria Veronese. “Mi sono guadagnata la prima vittoria della stagione – ha affermato -. Ho provato ad allungare in salita e ho tenuto il vantaggio sino alla fine”. Quarto posto, a 18’39”, per Loredana Girello (Colomba Merida), quinto, a 19’44”, per Silva Dondero (Team Cycling Center).

Tra le Donne A vittoria di Sonzogni, tra le B di Cappiello, tra gli Junior di Gallo, tra i Senior 1 di Rosso, tra i Senior 2 di Oliveri, tra i Veterani 1 di Roberto Cenci (Barbero Bike), tra i Veterani 2 di Tarchini, tra i Gentlemen 1 per Mario Iacchini (Team Cycling Center), tra i Gentlemen 2 per Guido Balocco (Bandito), tra i Supergentlemen A per Fulvio Magnaldi (Team De Rosa Santini), tra i Supergentlemen B per Luciano Minetti (Albisola Bike).

La classifica riservata ai team è stata dominata ancora una volta dal gruppo sportivo Passatore con 6825 chilometri, davanti ai Rodman Squadra Corse, secondi con 4620, e ai Jolly Eurosprestige, terzi con 4305.

Nel pacco gara i granfondisti hanno trovato, tra l’altro, una t-shirt tecnica. Ricco il programma degli eventi collaterali. In piazza Caduti di Nassiriya è stata allestita la cittadella del Best Bike Festival, all’interno del Palazzo Tagliaferro di Andora la mostra fotografica “Bici d’altri tempi”.

“Siamo soddisfatti – ha dichiarato Fabio Petrini, organizzatore -. Ci sono dettagli da mettere a punto ma siamo soddisfatti della nostra prima edizione“.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.