IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Serie D: il Vado piega l’Acqui ed esce dalla zona retrocessione risultati

I rossoblù sono sempre più vicini alla salvezza diretta

Più informazioni su

Vado Ligure. Le altre stentano; i rossoblù viaggiano a buon ritmo: 9 punti conquistati nelle ultime 5 gare. Ben 22 ottenuti nel girone di ritorno contro i soli 16 dell’andata. A 3 giornate dal termine del campionato, il Vado è vicissimo alla salvezza diretta. I rossoblù sono addirittura usciti dalle ultime sei posizioni.

Al “Chittolina” i padroni di casa hanno battuto l’Acqui, terzultimo in classifica, con un 2 a 0 frutto di un netto predominio territoriale. I vadesi hanno a lungo chiuso i bianchi nella loro metà campo, raccogliendo i frutti delle loro offensive nel secondo tempo, con le reti di Guarco e Caorsi.

Il Vado deve fare a meno degli infortunati Albamonte e Donaggio, oltre al giovane Rignanese, ma ritrova dal primo minuto Siciliano. Valter Battiston, assistito da Massimo Sciutto, manda in campo Mosetti Casaretto, Caorsi, Guarco, Buono, Garbini, Dimarco, Figone, Giarrizzo, Siciliano, Aurelio, Tona.

L’Acqui allenato da Francesco Buglio si schiera con Scaffia, Benabid, Zefi, Genocchio, Cerutti, Severino, Giordani, Anibri, Giambarresi, Piovano, Anania.

Arbitra Giuseppe Trischitta della sezione di Messina, coadiuvato da Dario Garzelli (Livorno) e Lorenzo Colasanti (Grosseto).

Il primo sussulto è un tiro di Siciliano che Scaffia devia in corner. Al 21° Siciliano guadagna un calcio di punizione dal limite dell’area, in posizione decentrata sulla sinistra: il tiro di Aurelio è parato in tuffo dal portiere ospite.

Il pallino del gioco è quasi sempre nelle mani dei padroni di casa, che manovrano cercando di costruire azioni da rete; l’Acqui gioca solamente di rimessa, senza mai rendersi pericoloso.

Al 33° Dimarco mette in area, Giarrizzo colpisce al volo e Scaffia non ha problemi nel far sua la palla. L’Acqui, chiuso a riccio nella propria metà campo, non concede ulteriori spazi e il primo tempo si conclude, senza recupero, sullo 0 a 0.

Nel secondo tempo il Vado riparte più determinato e spinge alla ricerca del vantaggio. Al 6° Aurelio calcia un corner, Garbini con un colpo di testa centra la traversa, la palla rimbalza sulla linea di porta e colpisce ancora la parte inferiore della traversa prima di essere allontanata da un difensore.

Al 7° tra gli ospiti Lombardi sostituisce Cerutti. Scaffia, nel giro di pochi minuti, per due volte è chiamato ad una parata, su punizione di Aurelio e su colpo di testa di Giarrizzo che incorna un pallone proveniente da un corner.

Al 21° entra Vassallo al posto di Siciliano. Il gol che sblocca la partita arriva al 23°. Sugli sviluppi di un corner Caorsi fa da sponda per Guarco che stoppa, si gira e insacca la sfera alla sinistra di Scaffia.

Al 29° tre sostituzioni: entrano Rolando per Aurelio tra i locali, Casone per Piovano e Castelnovo per Genocchio nell’Acqui.

I bianchi abbozzano una reazione, ma il Vado colpisce ancora. Al 33° calcio d’angolo battuto da Giarrizzo, sponda di Vassallo e sul secondo palo Caorsi, in tuffo di testa, realizza il 2 a 0.

Al 41° l’ultimo cambio: entra Rusca, esce Giarrizzo. I locali attaccano fino all’ultimo: al 48° Scaffia devia in angolo un tiro di Figone. Dopo 4 minuti di recupero, arriva il triplice fischio: il Vado si impone per 2 a 0.

Domenica 24 aprile i vadesi saranno ospiti del Sestri Levante, che naviga in un tranquillo centro classifica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.