IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Rixi: “Il Pd voleva cancellare il porto e coprirlo di bitume, la Lega li ha fermati” fotogallery

Il segretario regionale del Carroccio aspetta l'appoggio di Forza Italia: "Speriamo si crei una coalizione dietro ad un candidato forte"

Savona. “Vogliamo fare si che questa città inizi a diventare un po’ più ricca e meno povera e soprattutto vogliamo dare la possibilità ai savonesi, giovani e non, di trovare un lavoro, che sta diventando un vero problema”. Ha le idee molto chiare il segretario regionale della Lega Nord Edoardo Rixi sulla Savona del futuro.

Lega Nord, candida Massimo Arecco

A margine dell’annuncio di Massimo Arecco come candidato sindaco, Rixi ha motivato la scelta di rompere gli indugi: “Questo è il primo candidato che presenta il centrodestra e non esiste un altro candidato ufficiale. Sono stati fatti tanti nomi e noi crediamo che sia il momento di sciogliere le riserve e quindi partiamo. Come al solito la Lega è la prima che solleva la bandiera, lo abbiamo fatto per le Regionali e lo abbiamo fatto qui”.

La speranza della Lega Nord è che, stavolta, non ci siano spaccature e che Forza Italia sposi la scelta di Arecco: “Speriamo che in settimana si avvii un motore che porti anche alla creazione di una coalizione dietro ad un candidato sindaco forte che possa rappresentare un’alternativa per questa città. Crediamo che Massimo Arecco abbia le caratteristiche per dare un messaggio ben preciso: non c’è intenzione di stare a guardare le primarie del Pd, ma di fare qualcosa di diverso in questa città”.

Il segretario regionale della Lega Nord ci tiene a sottolineare come l’attenzione per la città della Torretta da parte del suo partito sia radicata nel tempo: “La prova del nostro impegno è quello che ha fatto l’amministrazione regionale per difendere l’autonomia del porto di Savona che speriamo di portare a termine nonostante una posizione molto dura del Pd a livello nazionale. Crediamo che ci siano altri problemi da risolvere in città come il bitume sul quale stiamo lavorando per allontanarlo dalla città di Savona”.

“L’altro elemento è iniziare a parlare di sviluppo di Savona e di trattarla come una città non di serie b o c, ma come una delle grandi città del paese e uno degli scali crocieristici più importanti d’Europa. Questa è la Savona che noi vediamo: una città aperta alle nuove generazioni e che guarda al futuro e alle realtà più dinamiche che si stanno sviluppando. Noi crediamo che ci voglia un cambio di passo e speriamo di attirare su di noi anche l’attenzione di tante forze sociali della città per iniziare una discussione che non deve essere la mera contrapposizione tra un centrodestra e centrosinistra, ma una prospettiva di sviluppo della città” spiega Rixi.

Sui rapporti di forza con Forza Italia, Rixi non ha dubbi: “Alle regionali abbiamo vinto perché la Lega ha preso tanti voti. Vinceremo a Savona se la Lega prenderà tanti voti..Sicuramente, come abbiamo sempre fatto, metteremo i nostri voti a disposizione, ma ci deve essere un progetto chiaro e condiviso perché noi crediamo fortemente in questa città. Credo che abbia un potenziale da esprimere enorme e deve credere un po’ di più in se stessa, per questo ci auguriamo che tanti savonesi scendano in piazza con noi e inizino a dire basta a quello che è successo negli ultimi anni”.

“Aspettare l’esito delle primarie per annunciare il nome? Credo che le attese siano lunghe e ad un certo punto si debbano interrompere perché se no diventano infinite. Non credo che sia il Pd a dover scegliere le regole del gioco, non può più permetterselo in questa regione perché credo che abbia dimostrato l’incapacità di governare a livello regionale, locale e, in questo momento, penso anche a livello nazionale. Forse bisogna avere un po’ più di coraggio e iniziare a creare un’alternativa vera che parta anche da una classe dirigente nuova, non solo politica, ma anche industriale ed economica che prenda in mano le sorti della nostre regione e della città di Savona” conclude Rixi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.