IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Gli studenti dell’Istituto Salesiano di Alassio in visita al centro addestramento cani guida dei Lions foto

Il Servizio Cani Guida dei Lions si occupa di addestrare e donare gratuitamente cani guida alle persone non vedenti

Più informazioni su

Alassio. Il 6 aprile scorso i ragazzi dei primi tre anni del Liceo Scientifico e del Liceo Economico dell’Istituto salesiano “Madonna degli Angeli” di Alassio sono stati in visita al centro di addestramento Cani guida Lions di Limbiate, nato per volere del Lions Maurizio Galimberti nel 1959.

Il Servizio Cani Guida dei Lions si occupa di addestrare e donare gratuitamente cani guida alle persone non vedenti. Dopo essere stati accolti dal Presidente del centro Giovanni Fossati e dall’Officer del Distretto Leo 108ia3 Beatrice Gambarelli, gli allievi hanno potuto visitare la struttura e partecipare a una dimostrazione di addestramento. E’ seguita una breve conferenza alla quale hanno partecipato il Presidente Giovanni Fossati, il Responsabile Mauro Fregonese, alcuni addestratori e la signora Laura, non vedente, con il suo angelo a quattro zampe Ambra.

I ragazzi accompagnati dal Preside dell’Istituto Don Cesare, dal Vice Preside Mimmo Ottonello e da altri professori hanno partecipato con grande entusiamo. Hanno potuto toccare con mano una realtà diversa, a cui solitamente non si pensa, perché sentita molto lontana, ma in realtà più vicina di quanto può sembrare. Non solo non vedenti si nasce, ma lo si diventa a causa di malattie come la retinite pigmentosa e il glaucoma.
Dopo aver ascoltato le parole di Laura, non vedente, c’è stata una grande commozione, che ha riempito i cuori di tutti e ha lasciato la platea senza parole.

Gli studenti nei giorni seguenti hanno scritto delle riflessioni, che hanno inviato al Centro. “Abbiamo visto al lavoro degli splendidi ‘angeli a quattro zampe’, pazienti, dolci, teneri ma decisi; abbiamo visto un rapporto sereno e confidente con i loro istruttori prima e con i non vedenti poi. Abbiamo toccato con mano che un mondo migliore è possibile, con la collaborazione di tutti: di chi dona i fondi necessari per andare avanti, di chi lavora giornalmente per concretizzare un sogno, di quegli ‘angeli’ che ti guardano con occhi dolci e amici e che farebbero di tutto per te” Alice

“E’ incredibile vedere come la tua felicità, la realizzazione dei tuoi bisogni quotidiani, la semplice possibilità di uscire a fare la spesa o prendere il tram dipenda da un cane. Un cane speciale, però, che vive per te e per farti sentire sempre e comunque come gli altri e sicuro delle tue azioni” Filippo

“Credo che accorgersi che la propria vista sta a mano a mano scomparendo, sia terribile. Avere la consapevolezza di non poter più vedere con i propri occhi gli affetti che amiamo, la realtà in cui siamo sempre vissuti, i colori e le mille sfumature della natura circostante, non è facile da sopportare. Abbiamo visto anche la paura sul volto di chi ha passato questa esperienza, forse la disperazione; ma abbiamo anche apprezzato una nuova luce sul volto di chi ha avuto il suo insostituibile cane guida” Margot

“Ti guardano con quegli occhi dolci, tu non li vedi, ma li senti dentro di te. E li ami” Tea

“Grazie! Per averci dato speranza negli uomini; per averci spinto a capire con i fatti e non con le parole, che, nonostante le mille difficoltà, non solo economiche, sia possibile migliorare la vita di chi ha urgente bisogno di riappropriarsi della propria” Enrico

“Il Presidente del Centro ci ha detto: ‘Se fossi un mago, la magia che farei sarebbe quella di sconfiggere le patologie che portano alla cecità’. Io avrei voluto rispondere che la magia lui l’ha già fatta. E sono le centinaia di cani per non vedenti che sono stati donati dal Centro nel tempo, che hanno alleviato le sofferenze di tante persone, con le quali hanno creato un rapporto simbiotico unico ed inimitabile. Edoardo

Il Vice Preside dell’Istituto Mimmo Ottonello ha concluso: “E’ stata una giornata splendida e memorabile. Sono esperienze che aiutano a comprendere che fare del bene e lavorare per gli altri è ancora e sempre possibile!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.