IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Giochi fatti in Fondazione De Mari: ecco il consiglio di indirizzo, Delfino verso la presidenza

E' quello di Anna Cossetta il decimo e ultimo nome. Il 10 maggio la nomina del Cda: Delfino in pole per la presidenza, vice Attilio Caviglia

Savona. E’ quello della scrittrice Anna Cossetta l’ultimo nome che mancava per comporre il prossimo consiglio di indirizzo della Fondazione De Mari. La sua nomina è arrivata questo pomeriggio, insieme a quella di Federico Delfino: sono loro, infatti, i “cooptati” dal consiglio di indirizzo uscente.

L’ultimo compito degli ormai ex consiglieri, infatti, è stato quello di individuare due persone “di chiara ed indiscussa fama – prevede lo statuto – nel rispetto del principio di trasparenza e con l’applicazione di un criterio selettivo idoneo a individuare soggetti dotati di esperienza e professionalità funzionali al raggiungimento delle finalità statutarie negli specifici settori di attività della Fondazione, tenendo conto dell’esigenza di assicurare la presenza del genere meno rappresentato ed equilibrando il peso delle designazioni degli enti locali”. La scelta è ricaduta su Federico Delfino, delegato del rettore dell’Università di Genova per il Campus di Savona, e Anna Cossetta, scrittrice di Alassio salita alla ribalta qualche anno fa quando un suo articolo era stato scelto per uno dei test dell’esame di maturità.

A loro si aggiungeranno gli altri otto membri: Carlo Scrivano, Lorenza Dellepiane e Anna Maria Torterolo (designati da Camera di Commercio), Attilio Caviglia e Simona Perrone (scelti dalla Provincia), Franco Bonfanti e Ferdinando Molteni (nominati dal Comune di Savona) e Monica Vinardi, indicata dal vescovo Vittorio Lupi.

La prima riunione del neo consiglio di indirizzo è prevista per il 10 maggio, e in quell’occasione si provvederà alla nomina del Consiglio di Amministrazione. A meno di clamorose sorprese last minute, i giochi sono fatti: ad essere nominato presidente sarà Federico Delfino (la notizia era stata anticipata da IVG già a novembre), con al suo fianco l’ex sindaco di Vado Attilio Caviglia. Il “risiko” per il dopo Romani si è chiuso con il fronte comune della Provincia di Savona assieme alla Camera di Commercio: insieme sommano 5 voti, il che significa che eventuali “fuoriprogramma” sono improbabili.

Le due poltrone più ambite, da oltre 75mila euro all’anno, andranno dunque al numero uno del campus universitario savonese (che è già stato in passato membro del consiglio di indirizzo della De Mari ed è quindi un profondo conoscitore dell’istituzione e dell’importanza che la stessa ricopre nel territorio provinciale) e all’ex sindaco di Vado Ligure. Due degli altri tre componenti del CdA dovrebbero essere Anna Maria Torterolo e Carlo Scrivano.

E il neoeletto Ferdinando Molteni, che per entrare in Fondazione si è dimesso dall’incarico di portavoce del sindaco Berruti, ha così commentato: “Il sindaco di Savona Federico Berruti ha ritenuto di designarmi quale membro del consiglio d’indirizzo della Fondazione De Mari. Lo ringrazio della fiducia. Ho lavorato con lui come assessore alla cultura e poi come suo portavoce. Sono stati anni bellissimi e impegnativi, ed è stato un onore viverli al suo fianco. La città che lasciamo è indubbiamemente migliore di quella che abbiamo trovato. Prima della designazione ho rassegnato le mie dimissioni da suo portavoce. Tornerò alla professione giornalistica. E unitamente cercherò di dare il mio contributo alla missione della Fondazione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.