IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fionda di Legno 2016, Rapa: “Edizione incredibile”. E già si lavora al vincitore 2017: “Il Papa dovrebbe essere libero” fotogallery video

Ricci svela il prossimo vincitore: "Papa Francesco ha detto che verrà nel 2017. Quest'anno non poteva perché aveva da fare con il giubileo"

Albenga. Un personaggio di assoluto valore sul palco, un teatro pieno (e anche fuori c’era parecchia folla) e un successo che cresce di anno in anno. Ha fatto segnare numeri e presenze da record l’edizione 2016 della “Fionda di Legno”, il premio assegnato dai “Fieui di Caruggi” ai personaggi che “nella vita o in un momento particolare della loro esistenza hanno voluto e saputo tirare buone fiondate contro il malcostume, i soprusi, le ipocrisie, le truffe, le speculazioni, il falso perbenismo della nostra epoca”.

javier zanetti fionda legno albenga

Quest’anno, come noto, il premio è andato all’ex capitano dell’Inter Javier Zanetti. La premiazione è avvenuta ieri sera nel “solito” cinema-teatro Ambra, che ha fatto registrare il tutto esaurito. Così come accade ormai ogni anno.

“La nostra dimensione è questa – fa notare la “mente” dei Fieui Gino Rapa – E’ per questo motivo che abbiamo rinunciato a mettere il maxi-schermo all’esterno del teatro. Noi siamo nati con i vicoli, con l’auditorium San Carlo. Il nostro massimo resterà il teatro Ambra. Anche se in questa occasione di Ambra ce ne sarebbero voluti tre o quattro”.

“Questa è una grossa soddisfazione per noi. Aver visto il nostro teatro esaurito a pochi giorni dall’apertura delle prenotazioni, senza che si sapesse ancora il nome del vincitore della Fionda, ci ha fatto capire che la gente ci segue, ha fiducia in noi e prenota a scatola chiusa. Anche perché lo scopo è sempre benefico: a volte non possiamo annunciare a chi andrà la beneficenza perché sarebbe come svelare il nome del vincitore. In questo caso, dopo che è stato reso noto il nome di Javier Zanetti abbiamo potuto anche dire che tutte le offerte saranno destinate alla Fondazione Pupi indicata proprio dal premiato”.

E dire che tutto è nato quasi per gioco, nel 2007, con un premio consegnato all’ingauno illustre Antonio Ricci: “Lui è stato la nostra prima Fionda. Con lui abbiamo deciso di portare avanti questo premio e ci siamo detti: ‘Dobbiamo farlo diventare una cosa seria’. Sempre scherzosa, ma abbastanza importante in modo che il nome di Albenga diventasse conosciuto anche per qualcosa di positivo”.

Il risultato, come visto, è eccezionale: “L’anno scorso abbiamo premiato l’uragano Fiorella Mannoia – ricorda Rapa – Sembrava impossibile eguagliare quell’edizione della Fionda. E invece ci siamo riusciti quest’anno”.

E già si pensa al 2017: “Sarà la Fionda del decennale (anche se in realtà sarebbe l’undicesima, visto che abbiamo dato una Fionda doppia). Eravamo tentati dall’idea di non annunciare nulla, di fare la premiazione a scatola chiusa e di rendere noto il nome del vincitore facendolo trovare il premiato direttamente sul palco. Non sappiamo ancora cosa faremo, ma qualcosa ci inventeremo”.

Magari anche una reunion delle dieci fionde: “Sarebbe molto bello, ci abbiamo pensato – confessa Rapa –E’ molto difficile, ma in qualche modo potremmo riuscirci grazie ai potenti mezzi che esistono oggi. Accontentiamoci del fatto che quest’anno abbiamo abbiamo avuto sul palco tre Fionde: quella del 2007, del 2012 e del 2016”.

Antonio Ricci, prima “Fionda di Legno”, ribadisce le motivazioni che hanno portato alla premiazione di Zanetti: “Ha tirato fiondate sia sul campo che nella vita. Per questo motivo è stato premiato, non solo come campione sportivo ma campione nella vita”.

E sull’edizione di quest’anno: “Non c’è un’edizione che non sia il top. Meglio di così non si può fare”.

A meno di non tentare l’impossibile: “Papa Francesco ha detto che verrà l’anno prossimo. Quest’anno non poteva perché aveva da fare con il giubileo. Ma il prossimo anno sarà ad Albenga. In fondo è il decennale del premio…”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.