IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Aurelia Bis, Aschiero replica all’attacco del M5S: “Noi da anni in lotta contro le scelte sbagliate, ma loro?”

La risposta del consigliere comunale alle dichiarazioni fatte ieri dal candidato sindaco del Movimento 5 Stelle Salvatore Diaspro

Savona. Non si è fatta attendere la risposta del consigliere comunale Gianpiero Aschiero alle dichiarazioni fatte ieri dal candidato sindaco del Movimento 5 Stelle Salvatore Diaspro a proposito del progetto relativo all’Aurelia Bis a Savona.

L’attacco del candidato pentastellato è arrivato al termine della commissione sull’Aurelia Bis tenutasi ieri a Palazzo Sisto. Diaspro ha accusato Aschiero e Giancarlo Frumento (candidato sindaco per i socialisti) di aver “preso in giro i cittadini”.

I comitati e i cittadini avrebbero dovuto essere informati al meglio – diceva ieri Diaspro – invece Aschiero e Frumento li hanno strumentalizzati in chiave elettorale. Bisognava che i comitati locali decidessero se erano favorevoli all’opera con mitigazioni oppure contrari, questo era un punto dirimente. C’erano tanti elementi per fermarla, come carenze di progettazione, e grazie alle enormi varianti fatte c’erano elementi che avrebbero permesso di bloccarla attraverso dei ricorsi sostenuti dalla popolazione anche dal punto di vista economico. Ma se non ci sono cittadini attenti, se si fanno abbindolare dal politicante di turno con 4 posti auto o 4 alberi in più, viene a mancare proprio il ‘terreno fertile’ per andare ad operare”.

Per noi il primo valore è la coerenza – chiosava il pentastellato – non si può rimanere in maggioranza con le persone notoriamente legate alle lobby locali, e poi alla sera incontrare i comitati issando bandiere contro il progetto e dicendo ‘tutti insieme ce la faremo’. Questo è prendere in giro i cittadini, la cosa peggiore che può fare un politico. Noi abbiamo una ‘faccia’ sola, quel che diciamo facciamo, siamo coerenti con le nostre scelte e per questo giriamo ‘puliti’: mentre Savona è piena di individui ‘contraddittori’“.

Oggi Aschiero mette i puntini sulle “I” e ribatte: “Dal 2011 io e gli OSTinati abbiamo studiato, discusso con cittadini e Comitati, ideato, proposto, richiesto, pubblicato, organizzato incontri ristretti e pubblici per quanto riguarda la mobilità a Savona e l’Aurelia Bis. Da anni ci occupiamo del problema e cerchiamo di farlo recepire dall’amministrazione comunale, ovviamente con grande difficoltà”, dice Aschiero.

Nonostante le affermazioni, secondo Aschiero altri non si sono comportati allo stesso modo: “In relazione al Piano Urbano della Mobilità e del Traffico approvato a settembre 2014 (quindi ben lontano da elezioni varie), oltre alle due osservazioni presentate dal comandante della polizia urbana e alle sette che abbiamo presentato noi non risulta che altre forze politiche abbiano avuto qualcosa da dire in merito alla mobilità e alla viabilità cittadina”.

Insomma, secondo Aschiero i pentastellati “non hanno mai preso posizione in merito” alla questione viabilità: “Evidentemente ritengono che vada tutto bene o non sono in grado di proporre delle soluzioni”.

Lavori aurelia bis

E sull’Aurelia Bis, Aschiero precisa che “la questione è stata affrontata ieri in commissione a seguito di una mia richiesta. Sull’Aurelia Bis mi sono sempre battuto sostenendo le richieste dei cittadini dei comitati e molto spesso ho svolto il ruolo scomodo dicendo da consigliere comunale (con competenze tecniche) quando Anas o l’amministrazione comunale, di cui sono membro di maggioranza, stavano prendendo in giro i savonesi proponendo soluzioni inadeguate o cercando di rimandare la risoluzione dei problemi. In questi incontri, in questi scontri non ho trovato la determinazione, l’impegno nella ricerca di soluzioni da parte degli amici penta stellati che ho trovato nella foga di fare dichiarazioni false nei miei confronti”.

“Pur essendo consigliere di maggioranza – chiosa Aschiero – ho sempre attaccato l’amministrazione quando non faceva ciò che doveva e mi sono sempre battuto contro le scelte del Comune che ritenevo sbagliate. E l’ho fatto a fianco dei comitati, insieme ai quali ho avanzato proposte concrete. Trovo quindi scorretto che ora il M5S giudichi e attacchi in questo modo chi si è sempre battuto a favore dei cittadini”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.