IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

In aumento gli infortuni sul lavoro, Viale: “Tavolo e coordinamento per la prevenzione”

In aumento in Liguria le morti bianche. Ventiquattro incidenti mortali sul lavoro (19 sul luogo) denunciati nel 2015, 4,35% in più rispetto ai 22 del 2014. Un quadro a tinte fosche, considerati i dati parziali e non definitivi dell’anno passato.

A testimoniarlo il rapporto annuale Inail Liguria presentato questa mattina. I numeri: in tutto 21.549 gli infortuni sul lavoro denunciati nel 2015 in Liguria, di cui 18.155 nel luogo dell’attività professionale, 654 sulla strada e 3.394 in itinere, il totale e’ in calo del 4,29% rispetto ai 22.580 del 2014. Le denunce tra il 2010 e il 2015 sono scese da 30.986 alle 21.549 attuali con una contrazione complessiva del 32,52%, circa 9.437 infortuni in meno. L’edilizia e i trasporti restano i settori più a rischio. Il calo di ore lavorate a causa della crisi economica ha influito sulla diminuzione degli infortuni.

Sono 1.117 le malattie professionali denunciate nel 2015 in Liguria, un dato stabile rispetto ai 1.115 casi del 2014, si riducono del 4,67% le denunce di malattie professionali per i lavoratori mentre aumentano del 14,23% quelle delle donne.

“La riduzione delle ore di lavoro a causa della crisi tende ad ammortizzare l’effetto della riduzione degli infortuni, – ha sottolineato Sidoti – sicuramente incide, ma non in modo rilevante, il divario tra la riduzione degli occupati e degli infortuni è abbastanza ampio. L’Inail nel 2014 in Liguria ha erogato oltre 65.000 prestazioni di ‘prime cure’ spendendo un milione e 167 mila euro per l’acquisto di protesi – ha ricordato la direttrice – Delle 514 aziende controllate dall’istituto 413 sono risultate irregolari, più dell’80%, complessivamente i premi omessi accertati ammontano a oltre due milioni di euro”.

Il vicepresidente della Regione Liguria Sonia Viale presente all’incontro ha annunciato l’intenzione di “convocare al più presto il tavolo di coordinamento per sviluppare nuove strategie di prevenzione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.