IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Under 16 Eccellenza, Pallacanestro Vado quinta al “Memorial Favali”

Il bilancio: due vittorie e due sconfitte

Vado Ligure. La squadra Under 16 Eccellenza della Pallacanestro Vado si piazza al quinto posto a Terracina al “Memorial Favali”, torneo organizzato dalla Virtus Fondi, chiudendo la manifestazione con un bilancio di due vittorie e due sconfitte.

Sicuramente si è trattato di un’esperienza positiva e soprattutto utile, in quanto ha permesso ai ragazzi di confrontarsi con squadre di ottimo livello, a differenza del campionato di competenza che finora ha proposto partite vinte con larghi scarti tranne quella con la corazzata Moncalieri, con cui al momento non c’è storia. In aggiunta a questo giocare con squadre di diverse regioni e nazioni propone anche sfide tattiche interessanti alle quali i ragazzi devono sapersi adeguare (obiettivo in realtà non centrato fino in fondo).

Nella prima partita contro il KK Zagabria i vadesi si sono dovuti arrendere ben presto. “Partita difficilissima per enorme gap fisico, tecnico e di gioco contro i campioni in carica croati. Dopo un inizio traumatico (-17) la squadra si è compattata e ha provato a lottare limitando i danni. Il divario si è limitato al -33 finale anche in quanto aiutati dalle rotazioni dei croati”, ha detto coach Costa. Resterà sicuramente nel cuore dei ragazzi il ricordo di aver incontrato ed affrontato un atleta di livello europeo come Luka Samanic; intorno a lui una squadra di altissimo livello sia fisico che tecnico ed anche evoluta dal punto vista tattico, paragonabile ad una squadra di alto livello del nostro campionato Under 18 Eccellenza più che ad una Under 16. Un test utile e probante nel quale i ragazzi non hanno sfigurato, anche se si sarebbe potuto fare meglio.

La seconda partita è stata quella che ha messo più in luce la poca maturità tattica e la scarsa conoscenza del gioco attuale dei biancorossi: contro Santarcangelo, squadra da podio in Emilia Romagna, non si è stati in grado di adeguarsi difensivamente, se non in parte nell’ultimo quarto, alle diverse problematiche proposte dagli avversari, continuando a stare incollati al proprio avversario e cercando l’anticipo quando sarebbe stato indispensabile cercare di occupare l’area per evitare di essere battuti uno contro uno con i conseguenti facili appoggi al ferro dei romagnoli. Quindi sconfitta utilissima contro avversari alla portata dal punto di vista tecnico/fisico ma più maturi tatticamente, pesante nel punteggio e che sicuramente (almeno si spera) avrà lasciato un importante bagaglio di esperienza ai vadesi.

La terza partita vede i biancorossi contro i padroni di casa della Virtus Fondi, squadra volenterosa e tenace ma sicuramente molto inferiore ai liguri sotto tutti i punti di vista; vittoria ampia e scontata che ci consente di giocarci il quinto posto nell’ultima giornata.

La finale per il quinto posto vede il Vado affrontare Pescara, una squadra di buon livello e con giocatori dalla stazza importante. Anche in questo caso la partita presenta la necessità di uscire dalle proprie abitudini difensive per adeguarsi agli avversari, che cercano molto di più il gioco interno rispetto al tiro da fuori, con un gioco più da squadra “senior”. Anche memori dell’utile batosta subita da Santarcangelo i biancorossi riescono almeno in parte a centrare l’obiettivo e con una buona prestazione in attacco vincono la partita ed ottengono un buon quinto posto finale.

“Un torneo sicuramente utile – dicono i dirigenti del Vado -, che ci ha fatto conoscere una parte per noi nuova dell’Italia, giocatori di sicuro avvenire, modi diversi di giocare e soprattutto nuovi compagni di squadra: si sono aggregati a noi lo spezzino Gianmarco Tringale, il valenzano Daniele Picello ed il pietrino Dario Magnone; partita dopo partita si sono integrati bene in campo con i vecchi, mentre fuori dal campo la cosa è stata immediata”.

Poche ore di riposo per poi ripartire alla volta di San Lazzaro di Savena, per la prima partecipazione al prestigiosissimo “Memorial Bruna Malaguti“, altra esperienza che rimarrà sicuramente nel cuore dei ragazzi per sempre, qualunque sarà il loro futuro cestistico.

I risultati del girone:
Kk Zagabria – Pallacanestro Vado 92-59
Pallacanestro Vado – Angels Santarcangelo 50-77
Virtus Fondi – Pallacanestro Vado 42-97

La finale 5°/6° posto:
Pallacanestro Vado – Basket Pescara 63-55

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.