IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano, vandali in azione nelle ex scuole Polla: distrutta la “cantina” della proloco

Alcuni ignoti hanno distrutto le bottiglie di vino della proloco, che ha sede dentro l'edificio

Toirano. Vandali in azione a Toirano. Questa notte alcuni ignoti si sono intrufolati nelle ex scuole Polla, nel centro storico della cittadina, passando da alcune finestre rotte che si trovano sul retro dell’edificio.

Una volta dentro, hanno messo le mani su alcune casse di vino (probabilmente di proprietà della proloco, che ha la propria sede all’interno del palazzo) e le ha scagliate contro il muro esterno dell’ex plesso.

Il caso è stato denunciato questa mattina sui social network da alcuni utenti che si sono imbattuti nella devastazione provocata dai vandali. Che non si sono limitati a mandare in frantumi le bottiglie: “Qualcuno ha lanciato pezzi di cartone in fiamme dentro le finestre – osserva un utente – Ciò significa che poteva prendere fuoco lo stabile”.

Toirano Vandali Ex Scuole Polla

Un rischio per diversi motivi: “All’interno delle scuole Polla abbiamo le sedi di pro loco, croce rossa e protezione civile con bombole di Gpl e di ossigeno per le ambulanze: se partisse un incendio sarebbe ad alto rischio tutto il quartiere. Stavolta è andata bene”.

In realtà pare che i pezzi di cartone in questione non siano stati “gettati all’interno dell’edificio” ma siano stati incendiati nel cortile dell’edificio.

La replica dell’amministrazione comunale non si è fatta attendere: “Credo che su questo episodio si sia fatto un pò troppo allarmismo -spiega il vice sindaco Giuseppe De Fezza – Il tutto è circoscritto al retro delle ex scuole Polla. Trattasi di poche bottiglie cadute a terra forse accidentalmente. Non ci sono prove che si tratti di un atto vandalico e non ci sono tracce di cartone infiammato all’interno delle ex scuole. Gli accessi all’edificio visibili dalle foto in realtà sono interdetti in quanto i locali interni sono chiusi. Da verifiche fatte dagli enti interessati non risultano furti, infrazioni e danneggiamenti alle loro cose”.

“Domani – prosegue De Fezza – si procederà con la pulizia dell’area e a breve sarà installato un cancello di chiusura del cortile dell’edificio per aumentare il livello di sicurezza”.

In tanti hanno invocato il potenziamento della videosorveglianza: “Relativamente alle telecamere, quelle installate sono funzionanti, nel corso di quest’anno sono state realizzate le infrastrutture per inserire nuove telecamere nel 2016, chiaramente gli apparecchi avranno postazioni fisse e strategiche ma per controllare tutto il paese ci vorrebbe un drone, cosa impensabile. Credo che la migliore sorveglianza sia quella del vicinato e questo non lo sostengo solo io, è un affermazione sostenuta nel meeting della sicurezza di Villanova d’Albenga dalle autorità e dalle forze dell’ordine”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.