IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tassa sul trasporto in ambulanza, Melgrati: “Mia proposta ignorata dal centro sinistra”

Liguria. Il vicecoordinatore regionale di Forza Italia Marco Melgrati plaude all’iniziativa del consigliere regionale leghista Alessandro Piana che ha riportato all’attenzione la possibile introduzione di una tassa sul trasporto in ambulanza di chi è trovato in stato di ubriachezza o in stato di alterazione da sostanze psicotrope.

“Avevo, nella passata legislatura, presentato una interrogazione circa la possibilità di applicare una tassa per i trasporti sui mezzi delle Pubbliche Assistenze. Questo succedeva nell’agosto del 2013, e chiedevo se fosse possibile istituire una tassa per chi viene “raccolto” dalle ambulanze ubriaco o in preda a sostanze psicotrope, ma era rimasta lettera morta, vista la scarsa sensibilità della giunta di centro-sinistra” ricorda Melgrati.

Riprendevo la proposta di Marco Forno, milite delle pubbliche assistenze, del Gruppo Volontari “soccorritori Alassio”… non è corretto trattare nello stesso modo chi ha problemi di salute con chi abusa di sostanze o di alcoolici; far pagare il passaggio a questi individui sembrava giusto e doveroso, e proponevo che questa tassa dovesse confluire in un fondo a favore appunto delle Pubbliche Assistenze, che versano in condizioni economiche precarie, per svolgere un importantissimo, imprescindibile e per la più parte volontario servizio a favore della popolazione o a favore delle vittime della strada (spesso vittime per colpa degli eccessi di altri)”.

Plaudo quindi all’iniziativa del consigliere leghista Alessandro Piana, che ha riportato all’attenzione della commissione prima, e poi del Consiglio regionale la mia proposta, in attesa che vengano valutati dagli uffici i risvolti di legittimità e i profili di costituzionalità”.

“Credo – continua Marco Melgrati, che questo possa rappresentare un messaggio importante soprattutto per i nostri giovani che su questo tema devono essere responsabilizzati e devono capire che il divertimento deve essere responsabile perché, dobbiamo dirlo, ogni anno le vittime della strada sono più delle vittime del cancro e questo è inaccettabile”.

L’esponente di Forza Italia continua: “E’ vero che dobbiamo principalmente lavorare sulla prevenzione ma anche sul fenomeno di per sé nel momento in cui si presenta: prevedere l’addebitamento del costo relativamente al trasporto in ambulanza che rappresenta una spesa tra l’altro importante per il sistema sanitario pubblico, a carico di coloro che, perché esagerano con alcool e droghe, devono essere portati in ospedale potrebbe essere un’iniziativa. La stessa cosa accade ad esempio per quelle persone che fanno sci fuori pista, in caso di soccorso e salvataggio con elicottero, nel momento in cui venga provata l’incompetenza o l’imprudenza nell’affrontare determinati percorsi, il costo è a carico di coloro che improvvidamente si sono trovati, contravvenendo alle regole di sicurezza, in luoghi dove non dovevano essere”.

“Sono convinto che questa iniziativa non sia una soluzione ma un piccolo passo verso una più responsabile cultura del divertimento consapevole soprattutto nei confronti delle nuove generazioni” conclude Marco Melgrati.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.