IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Taglio alberi in piazza del Popolo a Savona, Pongiglione: “Perché non informare i cittadini?”

Molte le domande che verranno poste in consiglio mercoledì

Savona. “Sul progetto della Piazza già molti mesi fa avevo chiesto una Commissione, per poter visionare il progetto urbanistico, compresi la sistemazione del verde e il coordinamento con la prospettata urbanizzazione della Piazza ex- stazione ferroviaria (inserita in Binario Blu). In una mail l’assessore Lirosi mi aveva risposto che non era possibile portare in Commissione gli incartamenti ‘perché servivano agli Uffici’. Ho ripresentato la richiesta di convocazione della Commissione seconda e spero che questa volta sarà possibile ricevere informazioni (pubblicamente) sul progetto”. A parlare è Daniela Pongiglione, consigliere comunale di minoranza a Savona; il tema è quello del taglio di alcuni alberi nei giardini di Piazza del Popolo.

daniela pongiglione

Un argomento che Pongiglione riproporrà nel consiglio comunale di mercoledì, durante il quale sottoporrà alcune considerazioni. “Nel cantiere mancano i cartelli tecnici – denuncia – con le indicazioni informative sulla tipologia e la durata dell’intervento, nonché i dati di chi eseguirà l’opera. Inoltre prima dei lavori non c’è stata nessuna riunione pubblica informativa sul progetto e sulla necessità di intervento su alcune piante”.

Pongiglione contesta anche l’opportunità di alcuni tagli: “Sono stati lasciati sul terreno i tronchi di un leccio e di un platano. E’ invece sparito il tronco del cedro del Libano (rametti diffusi ne documentano l’esistenza). I tronchi del leccio risultano colpiti da funghi che hanno prodotto danni consistenti alla pianta e, in questo caso, il taglio è senz’altro motivato; sembra invece che il platano fosse in buone condizioni. Non si sa nulla del grande cedro del Libano”.

“Si ritorna allora al tema iniziale – prosegue Pongiglione – la comunicazione tra Amministrazione (o ATA) e i cittadini: perché non informare, anche con cartelloni che gli alberi tagliati, se erano malati, lo erano in maniera irreversibile? Anche foto dei ceppi intaccati dal fungo potrebbero dare risposte agli abitanti che invece in questi giorni si affannano alla ricerca di spiegazioni. Ad ATA si chiede poi se l’analisi delle condizioni di stabilità e di salute sia stata compiuta su tutte le piante. Ci troviamo di fronte a un patrimonio importantissimo: gli alberi sono un valore inestimabile per tutti noi, in quanto elementi fondamentali dell’ecosistema. In centro città i giardini di Piazza del Popolo sono rimasti l’ultimo polmone verde, insieme a quelli del Prolungamento, e contribuiscono a contrastare l’inquinamento ambientale e a migliorare la qualità della nostra vita”.

Le domande si susseguono: “Esiste un inventario delle piante in città? E in particolare, è stato redatto l’ elenco degli alberi monumentali del territorio come da decreto 23 ottobre 2014, Ministero Politiche Agricole e Forestali, che obbliga i Comuni ad effettuare entro il 31 luglio 2015 il censimento degli alberi monumentali? Per tagliare gli alberi in questione, è stato necessario consultare la Sovrintendenza? Fondamentale poi, come anche previsto dalle leggi vigenti, è il reintegro delle piante eliminate, reintegro con alberi di eguale importanza, non certo con arbusti”.

piazza del popolo savona

“Per quanto riguarda poi il progetto della piazza – conclude Pongiglione – che dovrebbe prevedere l’allestimento periodico di mercatini e di attività ludiche e di intrattenimento, vogliamo sapere se è stata fatta la valutazione della sostenibilità (anche economica) della nuova funzione della piazza stessa, tenendo cioè conto del suo utilizzo e delle esigenze delle piante che potrebbero ricevere danni da vari fattori (calpestio, installazioni, ecc.)”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.