IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sicurezza ad Albenga, Ciangherotti invoca il consigliere regionale Vaccarezza

Continua il botta e risposta tra la maggioranza e la minoranza di Albenga a proposito della sicurezza e dell'ordine pubblico della città delle torri

Albenga. Continua (come spesso succede in questi casi) il botta e risposta tra la maggioranza e la minoranza di Albenga a proposito della sicurezza e dell’ordine pubblico della città delle torri. Dopo il primo scontro delle scorse ore tra il capogruppo della minoranza di Forza Italia Eraldo Ciangherotti e il sindaco Giorgio Cangiano, ora il forzista replica alle dichiarazioni del primo cittadino.

“Caro sindaco – dice Ciangherotti – sulla sicurezza non puoi permetterti di mentire agli albenganesi. E tanto meno di fare l’avvocato difensore di te stesso, tirando in ballo giustificazioni e tesi difensive facilmente smontabili con un semplice accesso agli atti pubblici del Comune e della Regione. In data 24.3.2015, infatti, il Comune di Albenga ha inviato, alla Regione governata dal centro sinistra e all’allora assessore regionale del partito democratico Claudio Montaldo, il cosiddetto ‘Progetto pilota presso il Comune di Albenga in materia di polizia locale e politiche sociali di prevenzione. Costituzione struttura di missione e disposizioni organizzative’ deliberato, tre giorni dopo, il 27.03.2015 (dgr N. 545/15) come atto di indirizzo in piena campagna elettorale per le regionali. Tanto che, nel testo approvato, si specificava che l’atto di giunta regionale ‘non comportava oneri a carico del bilancio regionale’. Nessuno ha mai consegnato ufficialmente questo testo al nuovo governo della Regione Liguria, infatti all’Ufficio di protocollo non v’è nessuna traccia di alcunchè”.

“Come si può fare sicurezza, implementando le forze dell’ordine sul territorio senza un impegno di spesa? – si chiede Ciangherotti – Forse il sindaco Cangiano farebbe bene a smetterla di raccontare storielle, e a convincersi che, dato il carattere di emergenza sicurezza, non si può convocare un tavolo della sicurezza dopo ben 15 giorni dall’episodio di violenza sessuale registrato la notte di capodanno in piazza del popolo, durante la manifestazione organizzata dal comune di Albenga-assessorato del turismo”.

“Siamo finalmente riusciti ad acquisire, pochi minuti fa, tutti gli allegati al ‘Progetto Albenga città giusta, città sicura’ predisposto dal comandante della municipale Soro e, forti del nostro impegno ad aiutare il sindaco Cangiano per combattere spaccio e microcriminalità, inviamo al nostro consigliere regionale capogruppo di Forza Italia Angelo Vaccarezza tutto il materiale disponibile per far sì che la Regione possa fare la sua parte nel sostegno alla città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.