IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Seconda Categoria: la Letimbro è sempre la stessa, il Calizzano no risultati

Il campionato è ripartito dopo una lunga sosta di 35 giorni

Savona. Trentacinque giorni senza giocare sono una sosta lunghissima, che spezza in due il campionato. Alla ripresa del torneo, le incognite sono tante e i valori in campo possono presentarsi modificati, per numerose variabili.

È stato possibile constatarlo sul terreno del Calizzano che, dopo otto vittorie consecutive, è ripartito con una sconfitta casalinga. I giallorossi di mister Fabio Cordiale sono stati sorpresi da una combattiva Aurora. I ragazzi condotti da Roberto Luisi, che, al contrario, erano reduci da due sconfitte, si sono imposti per 4 a 2, infliggendo la seconda sconfitta stagionale alla seconda della classe. I cairesi balzano così tra le prime cinque in classifica.

Lo stop, invece, non ha condizionato la Letimbro. I gialloblù hanno iniziato il 2016 nello stesso modo in cui avevano chiuso lo scorso anno: vincendo. La squadra condotta da Dario Roso ha centrato la vittoria numero 12 in altrettante gare giocate. A dire il vero, per la capolista non è stato facile aggiudicarsi i 3 punti. I savonesi hanno piegato di misura, 1 a 0 con un calcio di rigore segnato da Carminati, il coriaceo Murialdo. Grazie a questo successo si portano a +8 sul Calizzano: la promozione diretta è sempre più vicina. Per i biancorossi è la sesta sconfitta, cinque delle quali sono arrivate in trasferta.

L’Olimpia Carcarese rafforza la terza posizione. Al “Corrent” i biancorossi hanno battuto il Sassello con un netto 4 a 1, centrando il quinto successo stagionale. Per la formazione del presidente Carlo Pizzorno la sosta è stata benefica, dato che i 3 punti le mancavano dal 15 novembre. Il Sassello, sconfitto per l’ottava volta, resta solitario sul fondo della graduatoria e vede allontanarsi il resto del gruppo.

La Rocchettese, infatti, ha fatto sua l’intera posta in palio sul campo del Cengio, vendicando la sconfitta dell’andata. Nelle cinque trasferte del girone di andata i rossoblù avevano ottenuto la miseria di 1 punto; oggi hanno conquistato la prima vittoria esterna. Il Cengio, per la prima volta, esce dalle prime cinque posizioni; nelle ultime otto gare ha totalizzato la solamente 5 punti.

La Santa Cecilia è riuscita a dare continuità ai risultati di fine anno; gli albisolesi hanno centrato il terzo successo consecutivo battendo 4 a 1 il Plodio. Per i biancoarancioni la vittoria vale l’aggancio alla zona playoff in una classifica che, fatta eccezione per le prime due posizioni, resta cortissima. I biancoblù paiono aver perso la sicurezza della prima parte di stagione e con quattro ko nelle ultime cinque giornate sono precipitati nelle retrovie.

Ripresa della contesa amara per il Mallare che, così com’era accaduto all’andata, è stato battuto dal Val Lerone con una rete di scarto. Al “Gambino” è finita 4 a 3 per i padroni di casa; per i rossoblù è la sesta sconfitta stagionale. Gli arenzanesi sono ora solitari in quarta posizione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.