IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Schianto fatale ad Altare, domani l’autopsia sul corpo di Lucio Colantuoni fotogallery video

L'ipotesi più accreditata è quella di un malore improvviso che avrebbe fatto perdere il controllo dell'auto al professore

Altare. Sarà effettuata domani dal medico legale Sara Candosin l’autopsia sul corpo di Lucio Colantuoni, il professore e avvocato savonese scomparso ieri mattina nel tragico schianto nella galleria “Fugona”, nel tratto della provinciale 29 che si collega alla circonvallazione di Altare.

L’esame autoptico, disposto dal pm Cristiana Buttiglione, servirà a chiarire se la vittima abbia avuto un malore prima dello schianto, come ipotizzano gli inquirenti. Secondo la prima ricostruzione della tragedia, sembra infatti che Colantuoni abbia perso il controllo dell’auto, un Suzuki Jimny, a causa di un malore finendo per invadere la corsia opposta dove stava sopraggiungendo un autocarro Iveco. Nel corso dei rilievi effettuati dalla polizia stradale non sarebbero stati trovati segni di frenata da parte del fuoristrada, mentre l’autista del camion avrebbe fatto il possibile per evitare lo schianto frontale (sulla fiancata destra del mezzo ci sono i segni di strisciata contro la parete della galleria).

Alla luce di questa dinamica, ma anche del fatto che il camionista ha raccontato ai poliziotti che, dopo lo scontro, Colantuoni era privo di sensi nell’abitacolo (tutti i tentativi di richiamarlo per cercare di estrarlo dall’abitacolo sono stati purtroppo inutili), gli inquirenti ritengono che l’ipotesi del malore sia la più accreditata. E la conferma è attesa proprio dall’autopsia di domani.

Intanto, con il passare delle ore, aumenta anche lo sgomento per questa tragedia che ha profondamente scosso il mondo forense savonese e quello sportivo. Lucio Colantuoni era infatti uno dei massimi esperti in materia di diritto sportivo italiano ed internazionale ed era un professionista stimato ed apprezzato.

Incidente

Oltre ad essere docente universitario presso l’Istituto di Diritto Civile della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano dove teneva il Corso di “Diritto sportivo e contratti sportivi”, svolgeva anche servizi di consulenza anche per altre federazioni sportive nazionali, leghe, società e atleti anche di massima serie specie nei settori basket, pallavolo, sci, tennis e golf.

Il suo nome era molto noto anche in ambito calcistico: di recente l’avvocato Colantuoni aveva assistito davanti al Tribunale Federale Nazionale il Savona Calcio coinvolto nello scandalo del calcioscommesse per la partita con il Teramo che, secondo il Procuratore Palazzi, era stata venduta in accordo con il Presidente Aldo Dellepiane. Ma il professor Colantuono, sempre la scorsa estate, aveva difeso anche la Sampdoria che rischiava l’esclusione dai preliminari di Europa League per il “caso Guberti”.

Inoltre l’avvocato savonese era anche stato nominato Arbitro e Mediatore presso il Tas-Cas (Tribunale Arbitrale dello Sport-Comitato Arbitrale dello Sport) di Losanna ed era stato membro della Commissione Disciplinare Nazionale della FIGC.

Questo pomeriggio, nel frattempo, la galleria sarà riaperta al traffico dopo essere rimasta chiusa per le necessarie verifiche strutturali all’impianto elettrico e per riparare un ventilatore che si è danneggiato durante l’incendio in seguito allo scontro tra i due mezzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.