IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, giallo all’Itis: “Non siamo entrati per il freddo”, “Non è vero, le aule erano calde”

Un alunno: "Metà degli studenti rimasti fuori". Ma il preside avvisa: "Chi non è entrato non potrà addurre il freddo come giustificazione"

Più informazioni su

Savona. Blocco delle lezioni o non blocco? Citando il celebre “Amleto” verrebbe da dire: “Questo è il dilemma”. Su quello che è accaduto questa mattina all’Itis di Savona, dopo le polemiche sulle aule ghiacciate di ieri, ci sono infatti – passateci l’eufemismo – “pareri discordanti”. C’è chi ha parlato di allarme rientrato con gli studenti regolarmente in classe, al caldo, e chi invece tra i ragazzi racconta che “a scuola sono entrate la metà della persone” (allegando al messaggio una foto – che non pubblichiamo visto che ritrae anche dei minorenni – nella quale si vedono decine di studenti fuori dall’istituto) sostenendo che “solo la parte del nautico era correttamente riscaldata e non quella dell’Itis”.

Altri studenti spiegano che soltanto “alcuni primini” questa mattina hanno disertato le lezioni, assicurando che la temperatura, come confermato dal preside Alessandro Gozzi, rientrava nella range previsto dalla legge. Un concetto che il dirigente scolastico ha voluto ribadire anche attraverso una nota diffusa con il registro elettronico: “Si comunica a tutte le famiglie degli alunni assenti in data odierna che a seguito dei lavori, protrattisi per l’intera nottata, stamattina la temperatura all’interno dell’istituto era ampiamente al di sopra di quanto previsto dalla normativa (20° nelle aule, 18° nei laboratori, palestre escluse)”.

Il preside, sempre nella comunicazione, ha precisato anche che “tutti i ragazzi sono stati informati dirittamente dalla dirigenza della situazione di completa regolarità” e di conseguenza mette in guardia le famiglie: “Questa comunicazione è volta anche allo scopo di fornire a tutti voi i necessari elementi per produrre la dovuta giustificazione dell’assenza”. Come dire: non scrivete che i vostri figli non sono entrati a scuola a causa delle aule fredde perché non sarà accettatta come motivazione.

Insomma, nonostante i termosifoni caldi, il clima all’Itis sembra essere ancora piuttosto “gelato” almeno per alcuni studenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.