IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, gabbiano ferito con un’amo da pesca soccorso dall’Enpa

L'animale è stato recuperato sul tetto di un capannone in via Luigi Corsi

Più informazioni su

Savona. Un’esca artificiale per la pesca, irta di ami, abbandonata o perduta da un pescatore, ha ferito gravemente un giovane gabbiano reale. A raccontarlo sono i volontari della Protezione Animali che, non senza difficoltà, hanno soccorso l’uccello sul tetto di un magazzino in via Luigi Corsi a Savona, dove si era posato sofferente e con il grosso oggetto conficcato nel becco.

“Sono almeno una cinquantina all’anno gli animali selvatici, soprattutto gabbiani, colombi e cormorani, feriti dagli ami o con ali o zampe stritolate dalle lenze dei pescatori, soccorsi dalla nostra associazione ogni anno in quasi tutti i comuni costieri del savonese. Particolarmente insidiose sono le esche artificiali, perché identiche ad un pesce e munite di diversi ami, che confondono gli uccelli marini che tentano di predarle e finiscono impigliati e feriti; all’associazione sperano che gli animali imparino con il tempo a distinguerle e se ne tengano lontano; si tratta infatti di specie molto intelligenti ad adattabili e la soluzione più logica, di proibirne vendita ed uso, non viene neppure presa in considerazione in un paese come il nostro in cui i pescatori (ed i cacciatori) sono privilegiati da quasi tutti i politici” concludono dall’Enpa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.