IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona 2016, parla Cristina Battaglia: “Spero che il mio nome unisca, sarò un valore aggiunto”

La candidata del Pd provinciale parla IVG.it: "Sarò un valore aggiunto, il partito decida: io sono a disposizione per la sfida elettorale”

Savona.Spero che il mio nome unisca, sarò il valore aggiunto del partito”. Così Cristina Battaglia, 43 anni, dirigente regionale del Settore Ricerca, Innovazione ed Energia, parla della sua candidatura a sindaco di Savona, una candidatura arrivata dai vertici provinciali del Pd e con il quale il partito spera di evitare il caos delle primarie.

“Sono molto felice di questa proposta e contenta che il mio nome possa portare unità e concretezza in vista delle elezioni comunali. Ringrazio di cuore per la stima ricevuta sulla mia persona e sulle mie capacità”.

“Il Pd savonese ha avviato un percorso per scegliere il candidato, la proposta mi è stata fatta solo due giorni fa con l’obiettivo di trovare una figura e un profilo innovativo in grado di unire tutte le componenti del partito, senza ricorrere alle primarie” aggiunge.

“In caso di primarie non so, la proposta che mi è stata indicata è diversa da questo metodo, ma non spetta certo a me definire quale sarà la procedura per la scelta del candidato sindaco: non sono un dirigente del partito ma solo una iscritta e guardo alla struttura partitica da cittadina attenta e volenterosa, ma da spettatrice…” sottolinea.

Una settimana, dieci giorni al massimo per sondare all’interno del Pd il gradimento di Cristina Battaglia, poi si dovrà fare una scelta: primarie sì, primarie no. “Inizierà un ragionamento nel partito e con gli elettori-cittadini di Savona. Vedremo le valutazioni e le reazioni, tuttavia servono tempi rapidi e iniziare così la vera campagna elettorale”.

E sulla sua presunta “genovesità”: “Sono di Savona, ho vissuto a Savona e ho un forte legame con la città: vivo a Genova per ragioni di lavoro e credo che questo possa essere un valore aggiunto in caso di una mia candidatura, certamente porterò tutto il mio bagaglio umano e professionale. Non penso – conclude – che il mio nome rappresenti direttamente una discontinuità con l’attuale giunta comunale, questo si vede semmai dai contenuti e dal programma amministrativo: ritengo semmai che la mia candidatura possa rappresentare un segnale di novità apprezzato dai savonesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.