IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Resta in carcere il palpeggiatore di Capodanno: “Ero ubriaco, non mi sono reso conto”

L'interrogatorio davanti al gip Francesco Meloni: il giovane si è "giustificato" parlando della sua alterazione psico-fisica

Albenga. Arresto convalidato con la disposizione della custodia cautelare in carcere per per E.M.R., il 25enne marocchino, pregiudicato, accusato di violenza sessuale su minore e resistenza a pubblico ufficiale. L’extracomunitario era stato tratto in arresto la notte di Capodanno dopo aver palpeggiato il seno di una bimba di 11 anni durante la festa in piazza del Popolo ad Albenga per la notte di San Silvestro.

Questa mattina è stato interrogato dal gip del Tribunale di Savona Francesco Meloni per la convalida dell’arresto. Il 25enne, davanti alle domande del giudice per le indagini preliminari, si è giustificato dicendo era in preda ai fumi dell’alcol e che non si ricorda cosa sia successo esattamente: “Ero ubriaco e non mi sono reso conto di nulla” ha riferito lo straniero, difeso dall’avvocato Graziano Aschero.

Il marocchino, dopo essere stato identificato dai militari allertati dai genitori della ragazzina, era stato fermato e portato in caserma per gli accertamenti del caso. Non contento della violenza, il 25enne, in stato di alterazione psicofisica, aveva inoltre cercato di divincolarsi e fuggire al fermo dei militari: per questo a suo carico anche l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da hadrianus

    Una serie di sberle e calci in culo dati bene da far bruciare la pelle e poi un ” francobollo sulla fronte e via per il suo paese ” a palpeggiare le undicenni di casa sua.
    Non ci sono scuse che tengano.

  2. Scritto da Sergio Sanguineti

    Con tanto di difensore, presto libero, ovviamente, dopo aver aperto il sacchetto delle solite balle, numerate come i bussolotti del Lotto!… Ma sa, il beduino, che ancor prima di meritare il premio di Allah per la violenza sessuale, Allah lo punisce per aver bevuto alcool??? Sta imparando dai cristianucci di comodo nostrani?… Ma, quelli, non hanno a che fare con le statuizioni del Corano, fatte gentilmente rispettare dai “generosamente umanitari” e filantropi tagliagole!…