IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Regione, i rappresentanti della portualità ligure incontrano l’assessore Marco Scajola

Siclari: "“E' stato un incontro molto cordiale in cui sono stati affrontati temi riguardanti le concessioni demaniali marittime e gli approdi ed i punti di ormeggio"

Regione. Questa mattina i rappresentanti di Assonat (Associazione Nazionale Approdi e Porti Turistici) e di Aco Liguria (Associazione Concessionari Ormeggi) sono stati ricevuti dall’assessore regionale all’urbanistica, pianificazione del territorio e demanio Marco Scajola.

“E’ stato un incontro molto cordiale in cui sono stati affrontati alcuni temi riguardanti le concessioni demaniali marittime, gli approdi ed i punti di ormeggio – spiega Angelo Siclari, presidente di Aco Liguria – Si è concordato sulle prospettive future che dovranno necessariamente tenere conto delle attuali realtà imprenditoriali che da anni operano nella nostra Regione consapevoli del ruolo che esse dovranno avere nella politica di rilancio, soprattutto in termini turistici”.

E’ stato, altresì, affrontato il tema della portualità turistica che per la Regione, attraverso i marina esistenti, rappresenta “una vera eccellenza nonché uno dei principali punti di approdo per il diportismo nautico”.

“La realtà ligure – aggiunge Siclari – contribuisce da sempre allo sviluppo del turismo e dell’economia collegata al mare, promuovendo la storia del territorio, le bellezze dei nostri meravigliosi paesaggi, i sapori dei prodotti tipici. Occorre però fare di più e noi su questo puntiamo molto attraverso una forma di stretta collaborazione con gli Enti preposti come Regione ed Enti Locali. In tal senso siamo molto soddisfatti della disponibilità che l’Assessore Scajola ci ha manifestato dimostrando vivo interesse per la nostra portualità. Di questo lo ringraziamo vivamente”.

Altro tema affrontato riguarda l’annoso problema della cosiddetta “Direttiva Bolkestein”. Un futuro incerto che interessa, infatti, anche le tantissime imprese concessionarie di posti barca che in Liguria rappresentano migliaia di posti di lavoro diretto e un vero indotto che ruota intorno ai nostri porti turistici ed approdi: “Insieme al comparto balneare sono la vera ‘industria’, quella turistica da sempre fiore all’occhiello per la nostra Regione la cui eccellenza è riconosciuta anche a livello internazionale”.

“Ottenere, quindi, da parte del Governo una urgente soluzione normativa di riordino del comparto demaniale turistico e ricreativo con un periodo importante, rappresenta la priorità al fine di assicurare stabilità alle nostre imprese in attività. Su questo riteniamo che la strada intrapresa di recente dalla Regione attraverso un atto concreto quale il varo di un ordine del giorno che impegni il Governo in tal senso si corretta. Ci auguriamo che altre Regioni facciano altrettanto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.