IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Polemica sul responsabile dell’ufficio edilizia: sindaco e maggioranza rispondono alle accuse

Andora. Prende posizione anche l’associazione “Andora Più” a sostegno del Sindaco e del Comune in merito alla vicenda della nomina del responsabile dell’ufficio di edilizia privata e urbanistica del Comune. “Registriamo l’ennesimo sterile tentativo da parte di Vivandora di fare opposizione a questa amministrazione: sono un’associazione completamente priva di idee e proposte, che perde pezzi per strada e ha come unico strumento per contrastare il buon governo dell’amministrazione in carica l’esposto in procura e i tentativi di calunnia contro il Sindaco e gli amministratori” dichiara il segretario dell’associazione “Andora Più” Silvia Garassino rispondendo alla presidente Pelassa.

“Gli andoresi possono notare la differenza tra chi, garantista e rispettoso dei ruoli come noi, non si permette di commentare i procedimenti penali aperti contro l’ex Sindaco di Viviandora, mentre gli stessi associati di Viviandora non perdono occasione di inventare di sana pianta retroscena di fantapolitica pur di gettare fango contro il Comune, pensando di ingannare gli andoresi, rendendosi solo inadatti anche al ruolo di opposizione” conclude il segretario di “Andora Più” Silvia Garassino.

“Leggendo il comunicato diffuso da Viviandora, la mia prima impressione, come credo quella di gran parte degli andoresi, è stata di un articolo scritto da altri e fatto sottoscrivere alla povera Signora Pelassa. Invito pertanto gli amici di Viviandora, che addirittura si meravigliano che un Sindaco possa essere così onesto e trasparente da non voler influenzare una procedura di selezione del personale, a studiare il Testo Unico della Pubblica Amministrazione prima di avventurarsi in dichiarazioni che non solo dimostrano poca competenza in materia, ma che li qualificano, e me ne rammarico vista anche la giovane età della Pelassa, come sostenitori e rappresentanti di quella vecchia politica basata sul potere delle “baronie” e sui Sindaci “padroni” che tutto decidono e tutto influenzano” aggiunge il sindaco Mauro De Michelis.

“Io non faccio parte di quella categoria. Credo nella meritocrazia e non decido in base a logiche politiche, come si vorrebbe far pensare. Ho chiesto agli Uffici di selezionare un candidato preparato e con adeguata capacità organizzativa. Il vincitore l’ho conosciuto il giorno in cui ha preso servizio. A differenza di altri, io posso dire di non essere indagato né in questa né in altre vicende. Non mi sembra un caso che sulla vicenda non si siano espressi i consiglieri di Viviandora Franco Bruno e Marisa Castiglia, che avendo accesso agli atti avrebbero accertato facilmente la limpidezza del mio operato”.

“In merito invece alla “destituzione”, peraltro mai avvenuta, dell’Ingegner Nicoletta Oreggia, trovo gravissimo che Viviandora voglia far passare come un abuso, la prerogativa che la legge conferisce al sindaco di attribuire le nomine ai responsabili di settore , che hanno scadenza annuale. Potere di cui durante il mandato di Viviandora si è fatto ampio uso proprio per l’Ufficio Edilizia Privata. Un Ufficio che, voglio sottolineare, sotto la guida del nuovo responsabile ha triplicato gli incassi degli oneri: ben € 471.249 nel 2015 rispetto ad € 155.833 del 2014, superando uno stallo che perdurava da anni”.

“È altresì singolare che la Pelassa sottintenda che la dottoressa Colangelo sia stata preferita per logiche di partito. Forse qualcuno si è dimenticato di dirle che la Colangelo oggi, è Segretario di due Province guidate dalla Sinistra. Pertanto invito nuovamente gli amici di Viviandora a formulare proposte serie, nell’interesse dei cittadini, anziché cercare scheletri negli armadi, anche perché se ci fossero, certamente non sarebbero i nostri” conclude Demichelis.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da penelope

    dopo anni di incapacita e caos forse oggi l’ufficio è tornato a funzionare !!! ” bravo Mauro non ti curar di loro ma guarda e passa”

  2. Scritto da hadrianus

    Sarà così, ma non mi risulta che ad oggi sindaco e qualche funzionario siano INDAGATI .

  3. Scritto da rosabrighella

    Però! Che risposta piccata…troppo! Timore o arroganza? Ad una stoccata di fioretto, il sindaco risponde con una mitragliata! A parte tutti gli altri attacchi personali, dare dell’insipiente ad una persona, solo perchè chiede spiegazioni ed insinuare che non è in grado di scrivere quattro righe, è da vero gentleman. Oltretutto la signora è presidente dell’unica opposizione rimasta ad Andora, dato che gli altri “antagonisti”: 5stelle, andora domani, pd ed altri, o sono spariti o si sono aggregati alla maggioranza. E poi sulla vicenda specifica, se non è il sindaco a scegliere il personale, ci dice chi è che ha assunto in comune, appena è stato eletto, le sue dipendenti e la sua collaboratrice del suo studio di commercialista? La Divina Provvidenza? Ci dia l’indirizzo!