IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra, volantinaggio dei lavoratori Rodriquez: “Aspettiamo da 8 anni e ora ci mandano a Sarzana”

Più informazioni su

Pietra Ligure. Un volantino ai cittadini, per spiegare la propria difficile situazione e gridare il proprio bisogno di una soluzione in tempi rapidi. Questo lo strumento scelto dai lavoratori dei cantieri Rodriquez in seguito alla decisione dell’azienda Intermarine di trasferirli a Sarzana dal 1 gennaio come alternativa al licenziamento.

“Dal 2007 ad oggi i lavoratori sono stati in cassa integrazione e hanno visto dimezzarsi i loro redditi, il nuovo cantiere doveva essere pronto nel 2010 – ricorda il volantino – Sono 8 anni che attendiamo risposte concrete dalle istituzioni e dall’azienda. Ora dopo 8 lunghissimi anni la Società Rodriquez (oggi Intermarine) ci ha inviato le lettere di trasferimento presso il cantiere di Sarzana (Spezia) a pertire dal 01 gennaio 2016. Tutto questo è inaccettabile. Gli accordi sottoscritti da tutti (Impresa, Comune e Regione) non prevedevano il trasferimento, ma continuità di reddito e di occupazione”.

“I lavoratori cosa chiedono? – continua il volantino – Una soluzione economica e occupazionale, che non sia il licenziamento prospettato il 23/10/2015 dall’Azienda e neppure il trasferimento a Sarzana. Come? Semplicemente con il rispetto del Protocollo d’Intesa stipulato il 21/03/2007, tra Comune, Provincia, Regione, Azienda, parti Sindacali e RSU, recepiti in Giunta Regionale il 24/04/2007, ripresi nel 2014 e nell’ordine del giorno del Comune di Pietra Ligure dello scorso 03 novembre 2015”.

“I Lavoratori hanno proposto all’impresa più soluzioni da mettere in campo a partire dal prossimo 01 gennaio e sono state tutte rigettate – accusano i lavoratori – Sono più di tre mesi (dal 24 ottobre 2015) che i Lavoratori chiedono alle Istituzioni che hanno sottoscritto quelli accordi e che sono i soggetti che hanno l’obbligo istituzionale di vigilare ed intervenire sull’intera operazione di poter convocare un incontro dove discutere con le due Imprese (Intermarine e Pietra SRL) al fine di ricercare una soluzione condivisa. Ad oggi il Comune di Pietra Ligure e la Regione Liguria sono stati incapaci di organizzare questo incontro causa l’assenza delle imprese. Tutto questo è inaccettabile”.

“Senza il rispetto degli impegni e il ritiro delle lettere di trasferimento da parte dell’impresa – annunciano i lavoratori – chiederemo al Comune di Pietra Ligure di poter partecipare al prossimo consiglio Comunale, inserendo nell’ordine del giorno anche la “vertenza Rodriquez” per illustrare la situazione in cui ci troviamo e di mettere in pratica l’ordine del giorno dello scorso 03 novembre 2015 (votato da tutti) e quindi di sospendere l’intera operazione e il ritiro della concessione delle aree, visto che il ritardo accumulato dal 2007, non è imputabile ai lavoratori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Milli

    C’è gente che per lavorare va all’estero …Sarzana non è in capo al mondo …è una bellissima cittadina …ci vive pure il nostro concittadino ex sindaco Accame Giacomo