IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Piaggio Aerospace, il 4 febbraio l’incontro al Ministero. Fiom: “Mantenere gli impegni”

In gioco anche il futuro della Laer e il suo consolidamento nel territorio albenganese. I sindacati chiedono certezze su budget, produzioni e piano industriale

Savona. Già richiesta lo scorso dicembre dalla Fiom savonese e ricalcata nei giorni scorsi dalla stessa Fiom genovese dopo le voci sul difficile quadro finanziario dell’azienda, giovedì 4 febbraio, alle ore 12:30, si terrà l’atteso incontro al Ministero sulla vertenza della Piaggio Aerospace. Obiettivo verificare lo stato di avanzamento degli impegni assunti nell’accordo ministeriale del 10 giugno 2014 per Piaggio e Laer, e per una verifica della situazione generale dell’azienda.

“Questa richiesta, è scaturita, proprio perché secondo la rappresentanza sindacale ed i lavoratori era incomprensibile la situazione che si era creata tra perdite di fatturazione su importanti programmi motoristici per mancata alimentazione delle officine, ritardi per evidenti mancanze di organizzazione interna segnalate continuamente dalle rappresentanze sindacali, ma ignorate dal management. Le responsabilità devono essere chiarite e non imputabili ai lavoratori, viste le rassicurazioni avute dai vertici aziendali sino allo scorso ottobre” sottolinea Andrea Pasa, segretario provinciale della Fiom Cgil savonese.

“Auspichiamo altresì la conferma di un incontro con l’azienda per condividere in dettaglio programmi e gli impegni degli azionisti e successivamente ratificarli in sede ministeriale alla presenza delle istituzioni tutte”.

“Riteniamo, per la serietà dovuta ai lavoratori, mettere da parte polemiche sterili e strumentalizzazioni politiche dell’intera vicenda e condividere lo stato del piano di ristrutturazione dell’azienda e come si intende superare una fase critica come quella conclusa con il 2015”.

“Tutto ciò perché senza dubbi e con i dati definitivi venga messo a frutto il fortissimo investimento effettuato nel territorio e non si sprechino le potenzialità dei lavoratori Piaggio in un momento della vita del nostro Paese che punisce chi cerca di sopravvivere con espedienti finanziari. Qui c’è il lavoro e chi lo sa fare: non si chiede altro che concretezza” conclude Pasa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.