IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Manifestazione pro unioni civili, aderiscono anche Cgil e il M5S foto

Continuano le adesioni al flash mob organizzato da "Apertamente-Arcigay Savona"

Savona. Anche Cgil ed il Movimento 5 Stelle parteciperanno a “#SvegliatiSavona”, la manifestazione organizzata per sabato 23 gennaio, dalle 16 alle 19, in piazza Sisto IV da Apertamente-Arcigay Savona per sensibilizzare e “farsi sentire” sul tema dell’uguaglianza dei diritti.

L’invito degli organizzatori è quello di partecipare ad un flash mob: “Prendiamo la sveglia dal comodino, stacchiamo l’orologio dal muro, settiamo la sveglia sullo smartphone e portiamo tutto in piazza per un flash mob che sveglierà l’Italia sul tema dei diritti. Alle 18 faremo suonare nello stesso momento tutto quello che avremo, batteremo il tempo con le mani sulle lancette e alzeremo i nostri cuori egualitari per far capire a chi ci governa che il tempo è davvero scaduto. Perché è davvero ora che in Italia ogni amore venga riconosciuto e che i figli di tutte e tutti siano tutelati. È ora, insomma, di essere civili e di fare un primo passo verso la piena uguaglianza. È ora, ed è già troppo tardi”.

Per il M5S sarà presente in piazza il consigliere regionale Andrea Melis: “Il MoVimento 5 Stelle sostiene l’uguaglianza e i diritti civili da troppo tempo negati – spiegano dal partito – ed è impegnato, a tutti i livelli istituzionali, per garantire pari diritti a tutti i cittadini, a prescindere dall’orientamento sessuale, e per promuove il contrasto ad ogni forma di odio nei confronti di gay, lesbiche, bisessuali e transessuali. Il nostro Paese è ormai maturo per garantire pieni diritti a tutti i suoi cittadini e cittadine senza alcuna distinzione di orientamento sessuale o identità di genere”.

Anche la Cgil ligure, insieme allo sportello Nuovi diritti, aderirà alla manifestazione. “Invitiamo tutti coloro che si battono per uno Stato laico, per i diritti di tutte le persone e per una civile convivenza a partecipare – fanno sapere da Cgil – Per queste convinzioni e in questo contesto, la Cgil ritiene sbagliata la decisione della Regione Liguria di aderire ufficialmente al Family Day, manifestazione di carattere non istituzionale e che ha a riferimento un preciso schieramento politico”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.