IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano, iniziata l’attività dei “Gufetti” del Cai: escursione a Borgio Verezzi foto

Più informazioni su

Loano. Anche quest’anno, con la prima uscita del 2016, è iniziata l’attività dei “Gufetti” del CAI Loano. Si tratta di un’attività, tra le tante proposte dalla sezione loanese, dedicata ai giovani con età compresa tra i 6 e gli 11 anni, attraverso una serie di uscite sul territorio riguardanti l’escursionismo, la speleologia, l’arrampicata, la visita di luoghi storici e altro ancora, per avvicinare i ragazzi alla montagna e alla natura.

“Tutte le escursioni proposte – spiegano dal Cai – sono state pensate per avvicinare i ragazzi verso la vita all’aperto, con facili percorsi, permettendo loro di conoscere i vari aspetti dello splendido territorio che li circonda. Molti bambini sono impegnati in svariate attività culturali e sportive, ma queste spesso, se non sempre, si svolgono in ambiti quali scuole, palestre, piscine, campi sportivi, sicuramente ottimi per la formazione e la crescita; tuttavia sono ambienti ‘artificiali’ e protetti, nei quali non avviene quel contatto con ciò che è la natura e quanto ne comporta, compresi gli aspetti culturali quali la conoscenza delle piante, degli animali, delle rocce, delle interazioni tra tutti questi elementi e con l’elemento ‘uomo’, anche quello in divenire come il bambino”.

“Questa prima giornata del 2016 all’aperto è stata battezzata ‘Family day’, in tempi non sospetti e senza alcun riferimento ad altre manifestazioni di tutt’altro tenore – precisano dal Cai – E’ stato scelto questo nome in quanto, straordinariamente, è stata esteso l’invito a partecipare a tutti i genitori, per condividere con i figli l’esperienza di conoscere il nostro entroterra e, perché no, appassionarli insieme”.

gufetti cai loano

Ritrovo alle 8,30 presso la sede del CAI in piazza Italia (piazza del Comune e della Parrocchiale). “Poi, con breve trasferimento in auto a Borgio presso le grotte, è iniziata la nostra escursione a piedi – raccontano – allietata dal sole e dalla temperatura mite che spesso la Liguria ci dona. Attraversando gli splendidi percorsi che uniscono Borgio con Verezzi e le sue borgate, siamo giunti alla famosa e panoramicissima piazzetta di Sant’Agostino, da qui alla borgata Crosa, con le sue grotte e i lavatoi, fino al crinale con la parrocchiale di San Martino. Dopo la sosta per la merenda mattutina, si riprende fino alla Cava Vecchia, sfiorando la falesia delle Cento Corde e calandosi utilizzando il facile tratto attrezzato con corda e scalini, sotto l’occhio vigile degli accompagnatori CAI”.

“Alla Cava Vecchia, pranzo al sacco e si riprende percorrendo il sentiero dei Carri Matti, recentemente e ottimamente ripristinato dai volontari della sezione CAI di Finale Ligure, con la quale siamo felici di collaborare in alcune iniziative comuni. Si ritorna alla chiesa di San Martino e poi inizia la discesa, passando dalla grotta della Madonnina, dalla borgata Poggio e infine arrivando al piazzale delle grotte dove ci salutiamo, sperando di rivederci, sempre numerosi e contenti di trascorrere una giornata in amicizia, il 21 febbraio, per una giornata sulla neve da decidere in base alle condizioni meteo. E se non ci sarà neve, niente problemi: ci sarà un’altra meta per stare di nuovo insieme”.

Presso la sede CAI in viale Libia, aperta il venerdì sera dalle 21 è possibile iscrivere i bambini alla sezione e ritirare il libretto delle attività CAI e un depliant dedicato esclusivamente ai Gufetti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.