IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lo sport come strumento per combattere l’illegalità, lezione all’Itis di Savona foto

Pizzorno: "Nello sport non esistono nemici ma soltanto avversari"

Savona. Il delegato del Coni di Savona Roberto Pizzorno, il preside dell’Itis Gozzi, l’avvocato Daniele Ruocco e il professor Bossolino allenatore di calcio sono stati protagonisti questa mattina di una lezione di legalità all’Itis Ferraris Pancaldo di Savona per l’iniziativa della Tgr Rai Liguria sull’educazione alla legalità. Sono stati intervistati da Giampiero Stocco, vicecaporedattore della sede genovese.

“Lo sport è una lingua universale e da sempre grande strumento di interconnessione tra le persone, non è soltanto un formidabile antidoto ai mali fisici ma è anche un ottimo carburante per lo spirito: infatti esso racchiude in sé un prezioso corollario di benefici, grande maestro di vita insegna a lottare per raggiungere un obiettivo con sacrificio e forza di volontà aiutando la socializzazione ed il rispetto per compagni ed avversari – ha spiegato Roberto Pizzorno – Lo sport ha il potere di suscitare emozioni e di cambiare il mondo, in molti casi esso viene usato come mezzo di reintegrazione sociale da parte di persone, nella fattispecie ragazzi, con trascorsi di vita violenti o problematici che spesso partono proprio dalla micro delinquenza”.

Amicizia, lealtà, spirito di squadra, sacrificio e scopo comune sono soltanto alcune delle parole che legano i grandi sportivi tra loro, in un gioco fatto di pianti e risate, di vittorie e sconfitte, di forza e sacrificio; vincere con onore significa vincere in modo pulito e corretto, forse è proprio questo il grande insegnamento che lo sport, quello autentico, vuole darci: vivere in un mondo pulito e senza filtri, in modo limpido rispettando le regole, se stessi e gli avversari, confrontarsi senza prevalicare, non usare la forza ma l’abilità, valore che si conquista con la tenacia e la passione, e ricordarci che nello sport non esistono nemici ma soltanto avversari.

“Allo sport spesso consegniamo i nostri stress, e i nostri problemi perché esso ha la capacità di esiliarci per il tempo della sua durata dal mondo intero facendoci focalizzare solo sull’obiettivo, ci fa crescere e ci rende persone più consapevoli: bisogna incentivare i bambini a praticare del sano sport, di squadra o individuale che sia, per farli vivere in un ambiente più sano, fatto di cooperazione, dedizione ed uguaglianza”, è stato spiegato ai ragazzi che hanno seguito con interesse la lezione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.