IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La stazione di Alassio entra nel futuro: traffico gestito da un nuovo apparato computerizzato

Alassio. Un sistema informatico di ultima generazione gestisce e controlla la circolazione ferroviaria nella stazione di Alassio, sulla linea Genova – Savona – Ventimiglia. Il nuovo Apparato Centrale Computerizzato (ACC), che sostituisce il precedente sistema a tecnologia elettromeccanica operativo dal 1995, è il primo interamente progettato e realizzato direttamente dagli ingegneri e dai tecnici di Rete Ferroviaria Italiana. L’investimento economico complessivo è di due milioni di euro.

Con l’ACC di Alassio, RFI ha avviato una nuova politica industriale per realizzare e installare le tecnologie dedicate alla supervisione del traffico ferroviario, riportando all’interno dell’azienda tutte le attività che in precedenza erano affidate alle imprese appaltatrici.

L’Apparato Centrale Computerizzato è una vera e propria “cabina di regia” che, grazie alle potenzialità offerte dall’elettronica, gestisce in modo più efficace ed efficiente la circolazione ferroviaria, soprattutto in caso di criticità, garantendo una maggiore flessibilità nell’uso dei binari di stazione.

L’ACC, localizzato ad Albenga e collegato ad Alassio tramite cavi in fibra ottica, è in grado di gestire in maniera più rapida ed efficace i flussi di traffico in stazione incrementandone le potenzialità con sensibili benefici anche in termini di diagnostica, di incremento dell’affidabilità dei sistemi ferroviari e miglioramento degli standard delle attività di manutenzione.

Proseguono in Liguria gli interventi di rinnovamento tecnologico della rete ferroviaria regionale con la realizzazione e installazione di nuovi sistemi di gestione e controllo a Albenga, Loano, Imperia, Andora, Bordighera e Ventimiglia, sulla linea Savona – Ventimiglia. L’attivazione è prevista, per fasi, entro il 2017. Investimento economico complessivo oltre 20 milioni di euro.

“Le tecnologie di ultima generazione – commentano da Rfi – e il potenziamento infrastrutturale renderanno più affidabile l’infrastruttura ferroviaria incrementando così gli standard di regolarità e puntualità del traffico ferroviario”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.