IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

La Carisa Savona fa scintille: alla “Zanelli” cade il Posillipo risultati

Dopo la lunga sosta i biancorossi chiudono il girone di andata con un successo pesante

Savona. Quarantanove giorni senza giocare sono tanti; il massimo campionato di Serie A1, ripartito tra ieri e oggi, presentava un’ultima giornata di andata caratterizzata dalle incognite derivanti da una così lunga sosta.

Lo stop non ha condizionato in negativo la Carisa Savona, anzi. Reduci da due vittorie, i biancorossi hanno portato a tre il filotto positivo giocando una strepitosa partita. Alla “Zanelli” è caduto il Posillipo, quarto in classifica, arrivato in corso Colombo con 5 punti di vantaggio sui savonesi, da questa sera ridotti a 2.

Prima dell’inizio dell’incontro viene osservato un minuto di silenzio in memoria delle vittime di Brema.

A sbloccare il risultato sono i rossoverdi, con un gol di Gallo dopo 56 secondi. A 2’42” arriva il pareggio della Carisa con Colombo; trascorre meno di un minuto e i savonesi si portano in vantaggio con una rete di Lorenzo Bianco. A metà primo tempo il risultato è sul 2 a 1, con tre reti in superiorità numerica.

Il Posillipo non ci sta e ribalta nuovamente il risultato, ancora con due reti con l’uomo in più, realizzate da Saccoia e Renzuto Iodice. A 12″ dal primo intervallo Milakovic trasforma un rigore. La prima frazione, caratterizzata da molti falli gravi fischiati dalla coppia arbitrale, si conclude sul 3 a 3.

L’avvio di secondo tempo è favorevole alla Rari Nantes: nei primi due minuti vanno a segno Alesiani e Giovanni Bianco; quest’ultimo è l’autore del primo gol a uomini pari della partita. La Carisa, sulle ali dell’entusiasmo, insiste e dopo soli 17 secondi realizza il 6-3 con Mistrangelo.

Il Posillipo prova a riorganizzarsi e a 3’41” va in gol con Buslje in superiorità. Ma in questa fase del match non c’è storia: i biancorossi hanno una marcia in più e nella seconda metà del secondo quarto vanno a bersaglio con Milakovic, Sadovyy e ancora Milakovic. Risultato sul 9 a 4: a metà gara la squadra di mister Angelini ha il successo saldamente nelle proprie mani.

La prima rete del terzo tempo la segna Gallo su rigore dopo 28″; nell’occasione Colombo viene espulso per interferenza. Poi va fuori anche Piombo, per raggiunto limite di falli. Poco più tardi lo stesso Gallo fallisce un nuovo rigore per esecuzione irregolare e il punteggio resta sul 9 a 5. Ci pensa Milakovic a riportare la Carisa sul +5, siglando il poker personale. Occhiello si lascia andare a proteste eccessive e viene espulso.

Alesiani commette fallo grave e finisce anzitempo la sua partita; sull’azione conseguente va in rete Dolce. L’undicesimo gol del Savona lo realizza Agostini con l’uomo in più. Gli arbitri, poco dopo, prendono un altro provvedimento disciplinare: espulsione definitiva con sostituzione all’indirizzo di Gallo, per proteste. Il terzo tempo, quindi, finisce con 2 reti per parte.

In avvio di quarto tempo il Posillipo cerca di tenere vive le proprie flebili chance andando a segno con Renzuto Iodice a 1’28”. La Carisa prova a controllare il gioco e a fare scorrere per mantenere il rassicurante margine di vantaggio. I padroni di casa, però, pagano lo sforzo profuso nei tre tempi precedenti e i rossoverdi iniziano a credere nella rimonta.

Il terzo fallo grave di Lorenzo Bianco porta a cinque i giocatori fuori dalla gara; sull’azione Renzuto Iodice realizza. Restano da giocare 4’39”. I napoletani insistono e Dolce insacca il pallone dell’11 a 9. La decima rete ospite la firma Cuccovillo: parziale di 0 a 4 e Posillipo a -1, quando rimangono 2 minuti di tempo.

Un episodio contestato costa a Klikovac l’espulsione diretta per proteste. La Carisa stringe i denti e resiste. L’incontro termina 11 a 10 e la squadra savonese può festeggiare la settima vittoria in tredici giornate di campionato, terminando un girone di andata ampiamente positivo. I biancorossi rimangono in settima posizione, ma sono sempre più stabilmente in zona playoff.

L’allenatore Alberto Angelini commenta così la partita: “E’ una vittoria molto importante, poco preventivata e preventivabile vista la caratura dell’avversario. Noi siamo stati padroni della partita per i primi tre tempi poi è venuta fuori la maggiore esperienza del Posillipo. Questa vittoria ci porta tre punti d’oro per la classifica e ci allontana dalla zona playout. Questi ragazzi devono ora restare con i piedi per terra, ma stanno lavorando molto bene e con grande impegno”.

Il tabellino:
Carisa Rari Nantes Savona – Robertozeno Posillipo 11-10
(Parziali: 3-3, 6-1, 2-2, 0-4)
Carisa Rari Nantes Savona: Antona, Alesiani 1, Pesenti, Colombo 1, L. Bianco 1, Cesini, Mistrangelo 1, Milakovic 4, G. Bianco 1, Agostini 1, Piombo, Sadovyy 1, Zerilli. All. Angelini.
Robertozeno Posillipo: Caruso, Cuccovillo 1, Marinic Kracig, Foglio, Klikovac, Russo, Renzuto Iodice 3, Gallo 2, Buslje 1, Saviano, Dolce 2, Saccoia 1, Negri. All. Occhiello.
Arbitri: Bianchi (Roma) e Ceccarelli (Firenze). Delegato Fin: Costa (Rapallo).
Note. Espulsi nel terzo tempo Colombo per interferenza e Gallo per proteste, nel quarto tempo Klikovac per proteste. Usciti per limite di falli: nel terzo tempo Alesiani e Piombo, nel quarto tempo Lorenzo Bianco. Superiorità numeriche: Savona 5 su 7 più 1 rigore segnato, Posillipo 6 su 11 più 2 rigori di cui 1 segnato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.