IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Furti in casa: l’emergenza si sposta anche a Ceriale, I Fieui “Dobbiamo ribellarci”

I Monelli di Albenga: "E' ora di dire basta, ma non con i soliti discorsi, con i "vedremo" "faremo"

Ceriale. A macchia di leopardo. Da Casanova a Garlenda, da Villanova d’Albenga a Pegna di Ceriale. I ladri colpiscono in zone anche differenti, ma è sempre l’Albenganese la zona più bersagliata dai topi d’appartamento.

L’ultimo colpo si è verificato appunto in un’abitazione di Peagna, frazione di Ceriale, da sempre considerata una zona relativamente tranquilla.  Ma ora anche da quelle parti i residenti hanno paura. “Persone sospette un po’ ovunque, spaccio libero sotto gli occhi di tutti, impunità assicurata – sottolinea Gino Rapa, portavoce storico dei Fieui di Caruggi – Intanto molti reati vengono depenalizzati, le forze dell’ordine ridotte di numero e di mezzi. Siamo in balia della criminalità, da tempo le istituzioni non hanno più il controllo del territorio. Ribadisco il mio ringraziamento e il sostegno a carabinieri e polizia, ma occorre una ribellione forte anche da parte loro. E soprattutto urge ristabilire una cultura della legalità. Spesso chi si lamenta di certi fatti è lo stesso che è felice di comprare merce contraffatta e venduta illegalmente”, conclude Gino Rapa.

E a proposito dei Monelli di Albenga c’è un messaggio lanciato sul web che è anche uno sfogo e pone una seria riflessione sull’emergenza furti che interessa questo lembo di provincia. “Basta parole, basta promesse … Anche stasera si ha notizia di furti sul nostro territorio. Non si può restare in balia della criminalità. La gente torna a casa dopo una giornata di lavoro e se la trova svaligiata. Ricordi di una vita rubati. Sacrifici andati in fumo.Paura, tanta paura! E’ ora di dire basta, ma non con i soliti discorsi, con i “vedremo” “faremo” “ci penseremo” “faremo un comitato” …. Subito … è gia tardi!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da cipinox

    Devono arrestarli e buttare via la chiave!
    Finalmente vedo pattuglie in perlustrazione e addirittura un aereo,oltre un gruppo numeroso di ragazzi d’accordo con le forze dell’ordine che fanno ronde.Tutto questo lavoro speriamo serva a catturarli,nello stesso tempo spero non trovino il magistrato di turno che renda invano questi sforzi!!!!
    La gente non ne può più ed è esasperata,bisogna agire prima che succeda che qualcuno dalla paura faccia giustizia fai da te con le conseguenze che sempre più frequentemente leggiamo.

  2. Scritto da hadrianus

    Provate a passare dai giardini di p.za del Popolo, mentre i vigili passeggiano nella parte centrale, dietro, nascosti tra le palme, spacciano, urinano ed altro tranquillamente.
    Dalla parte del ponte, di fianco alla P.A. nostante le barriere in metallo passano ugualmente e scendono sul fiume a fare cosa ? a raccogliere violette ?. Mai un vigile.
    Se non vado errato c’è una ordinanza del sindaco che vieta l’uso delle bottiglie in vetro, andate a vedere sempre in p.za del Popolo. Mai un vigile che interviene.
    Potrei continuare ancora ma è inutile, spiace constatare che le cose vanno veramente male e di questo passo sarà peggio se non vengono fatte rispettare le più elementari leggi di civile convivenza.
    E questo NON E’ RAZZISSMO SIGNORI DELLA SINISTRA che difendete tanto l’immigrazione !

  3. Scritto da NoNickNoName

    Ribellione di polizia e carabinieri?????Ahahahahahah quelli non sanno nemmeno cosa vuol dire il significato della parola…sono nati così