IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Europei, l’Italia passeggia sulla Georgia

Negli ottavi di finale gli azzurri affronteranno la Turchia

Savona. Il Settebello supera brillantemente la prima verifica che avvicina i quarti di finale. Non tanto per il risultato, di per sé gratificante e raggiunto col primo posto del girone già acquisito, ma per l’attitudine allo sviluppo di una manovra scupolosa ed efficace.

In attacco non si butta un pallone e la difesa regge bene, seppur induca il ct Campagna a più richiami quando cala di intensità. Gli azzurri torneranno a giocare domenica 17 gennaio alle 9,30 contro la Turchia negli ottavi di finale.

La partita. A metà si è già sull’11-1 (5-1, 5-0) con 7 su 7 in superiorità numerica, a fronte dello 0 su 2 avversario; una bomba di Giorgetti sulla testa del portiere, gli appoggi in rete dai due metri di Aicardi (1-0 dopo 27″) e Bodegas, serviti rispettivamente da Figlioli e Presciutti, e la controfuga di Giacoppo. Il gol georgiano, segnato da Baghaturia (2-1) a 4’18”, è accompagnato dall’espressione arrabbiata di Campagna, adirato da evitabili disattenzioni.

I primi minuti del terzo parziale portano al gol Di Fulvio (13-1) e Gitto (14-1) che, insieme a Giacoppo, erano gli azzurri ancora a secco dopo le prime due giornate.

Si vira al quarto tempo con l’Italia avanti 17-1, Del Lungo in porta per Tempesti già da 4 minuti, 9 su 9 in superiorità numerica (contro lo 0 su 3) ed un rigore trasformato da Figlioli.

Si chiude sul 21-1 (5-1, 6-0, 6-0, 4-0) con quattro gol di Di Fulvio, tre di Figlioli, Giorgetti e Luongo, due di Gitto, Giacoppo e Aicardi, uno di Bodegas e Presciutti; 9 su 11 in superiorità numerica con le ultime due non trasformate; 0 su 5 in inferiorità.

Non tocca acqua il mancino Gallo, precauzionalmente in panchina per la frattura del quinto dito del piede sinistro in uno scontro fortuito con Bodegas in allenamento. Il suo impiego nelle prossime partite non è compromesso.

La Georgia (sconfitta dalla Romania 12-6 e dalla Germania 11-9) affronterà negli ottavi di finale la vincente del girone D (Grecia o Ungheria) e quasi certamente andrà a finire nella parte bassa della classifica finale: l’obiettivo è vincere la prima partita internazionale e migliorare il 12° ed ultimo posto ottenuto 18 mesi fa a Budapest, prima edizione continentale a cui ha preso parte.

Il commento di Alessandro Campagna: “Sapevamo che il risultato era facilmente raggiungibile; speravo in una maggiore fisicità da parte dei nostri avversari che ci avrebbe aiutato ad allenarci meglio in vista dei prossimi impegni. Invece la Georgia, secondo me, ha pensato alle altre partite e si è rilassata troppo e questo sinceramente non mi è piaciuto, perché le squadre devono giocare ogni partita al 100%”.

Il tabellino:
Georgia – Italia 1-21
(Parziali: 1-5, 0-6, 0-6, 0-4)
Georgia: Shubladze, Kavtaradze, Tsrepulia, Elez, Bitadze, Jelaca, Khvedeliani, Baghaturia 1, Rurua, Gegelashvili, Jakhaia, Imnaishvili, Strujic. All. Popovic.
Italia: Tempesti, F. Di Fulvio 4, N. Gitto 2, Figlioli 3, Giorgetti 3, Bodegas 1, Giacoppo 2, Gallo, C. Presciutti 1, S. Luongo 3, Aicardi 2, Baraldi, Del Lungo. All. Campagna.
Arbitri: Buch (Spa) e Koryzna (Pol).
Note. Uscito per limite di falli: Kavtaradze a 3’15” del quarto tempo. Superiorità numeriche: Italia 10 su 12 più 1 rigore segnato, Georgia 0 su 5.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.