IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cavaliere contro Ata, primo scontro in tribunale sul licenziamento: l’azienda ribadisce le accuse

Più informazioni su

Savona. E’ stata aggiornata al prossimo 8 marzo la causa di lavoro avviata da Luigi Cavaliere contro il licenziamento da parte di Ata Spa. L’ex dipendente aveva impugnato il provvedimento disciplinare nei suoi confronti rigettando le accuse dell’azienda, secondo la quale Cavaliere aveva più volte compiuto violazioni in orario lavorativo.

Questa mattina in tribunale Ata ha risposto all’impugnazione del licenziamento depositata presso il Tribunale di Savona da parte di Cavaliere con una memoria difensiva di 62 pagine, redatta dai legali dell’azienda, gli avvocati Andrea Rosso e Andrea Salice, e corredata da 32 produzioni documentali.

“Nel proprio scritto difensivo ATA ha chiesto il rigetto delle domande proposte da Cavaliere – annuncia l’azienda – ed ha ribadito la piena legittimità del licenziamento per giusta causa intimato il 14 settembre. L’azienda ha inoltre confermato tutti i fatti di addebito contestati all’ex dipendente e li ha documentati con una dettagliata relazione (lunghe pause lavorative non autorizzate durante l’orario di lavoro, svolgimento di compiti e incombenze di natura personale del tutto disancorate dalle mansioni affidate, con ingiustificata e retribuita assenza dal lavoro)”.

All’udienza di oggi erano presenti il presidente del C.d.A. di Ata Sara Vaggi, lo stesso Luigi Cavaliere ed i rispettivi legali (Cavaliere è difeso dall’avvocato Fulvio Briano). Tutti hanno insistito nelle rispettive posizioni e domande. Al termine il giudice del lavoro Alessandro Barenghi ha aggiornato la causa all’8 marzo prossimo per espletare l’interrogatorio libero delle parti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.