IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, Vaccarezza firma la petizione per l’ospedale di “area disagiata”: “Dobbiamo cambiare le cose” foto

"Se l’ospedale cairese fosse classificato di 'zona disagiata', potrebbe garantire i livelli di assistenza indispensabili per il territorio della Val Bormida"

Cairo Montenotte. Sabato scorso il capogruppo di Forza Italia in Regione Angelo Vaccarezza ha partecipato alla manifestazione organizzata dal Comitato Sanitario Locale Valbormida nella zona antistante l’Ospedale di Cairo, per sottoscrivere la petizione che chiede che il San Giuseppe venga classificato come ospedale di “Area Disagiata”, conformemente a quanto previsto dal dl 152/2012 (decreto Balduzzi).

“Più volte nel corso degli anni sono intervenuto, prima in veste di sindaco e poi come presidente della Provincia in difesa del sistema sanitario savonese – ha dichiarato Vaccarezza durante il suo intervento – denunciando il fatto che la riorganizzazione della sanità della provincia è passata attraverso il depotenziamento di tutti e quattro gli ospedali e forse il prezzo più alto lo ha pagato proprio l’ospedale di Cairo”.

“Oggi più che mai è necessario portare a casa un risultato concreto e definitivo: questa petizione ci dà la possibilità di verificare se sia questa la strada per passare dalle parole ai fatti. Se l’ospedale cairese fosse classificato di ‘zona disagiata’, potrebbe non solo garantire i livelli di assistenza indispensabili per il territorio della Val Bormida, con particolare riferimento alla gestione del primo soccorso, ma anche dare risposte concrete agli abitanti della Valle, che come gli altri, hanno diritto di curarsi vicino a casa. Alla manifestazione hanno partecipati tantissimi amministratori del territorio, segnale importante di un concreto interesse verso le criticità dell’entroterra”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.