IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, una novità per i piccoli cestisti: “La Basky League”

Una coinvolgente iniziativa per i più giovani tesserati gialloblù

Cairo Montenotte. Novità di quest’anno, la dirigenza del Basket Cairo promuove una propria lega interna, che si svolgerà come un torneo a più squadre che coinvolgerà tutti i suoi tesserati dei centri minibasket: la “Basky League”.

Tale torneo avrà lo scopo di sopperire alle difficoltà logistiche alle quali la società stessa, ma soprattutto i genitori dei bambini, andrebbero incontro nell’affrontare un torneo provinciale federale che prevederebbe certamente spostamenti nell’ambito di tutta la provincia savonese, per poi magari vedere i bambini giocare pochi minuti.

“Gli scopi di questa formula sono molteplici e di seguito riportiamo quelli a nostro avviso principali e di maggiore importanza – spiegano i dirigenti cairesi -. Per esperienza sappiamo che, soprattutto nei mesi invernali, a causa delle condizioni meteo, gli spostamenti da e verso la riviera, soprattutto con bambini dai 5 ai 9 anni, non sono semplice e quindi ancora una volta il Basket Cairo ha deciso di portare lo sport il più vicino possibile ai suoi piccoli atleti“.

La lega – proseguono – sarà formata da tutti i centri CMB Valbormida: Cairo, Altare, Cengio, Millesimo, Carcare e, con immenso piacere, avremo anche la partecipazione del centro Minibasket Celle. Tutti i centri prenderanno parte ad un torneo non competitivo, nel corso del quale, di volta in volta, i centri si sfideranno tra di loro in vere e proprie mini partite che coinvolgeranno tutti i bambini suddivisi in più squadre. La formazione delle squadre verrà concordata tra i vari istruttori in modo che le capacità fisico-motorie e tecniche dei piccoli atleti si equivalgano e ci sia quindi la possibiltà per tutti i bambini di giocare e divertirsi in maniera equa”.

Le gare avranno inizio domenica 24 gennaio e si svolgeranno tutte al palazzetto dello sport di Cairo Montenotte, tendenzialmente prima delle gare di campionato delle giovanili del Basket Cairo, per dare la possibilità a chi lo desidera di assistere ad una partita delle nostre giovani promesse.

Uno degli scopi principali di questo progetto – dicono i dirigenti cairesi – è quello di avvicinare gradualmente i bambini alla competizione sportiva, che ci auspichiamo affronteranno continuando a giocare a basket, cercando di fargli conoscere i sani pricipi dello spirito sportivo e soprattutto trasmettendo loro quella passione che tutte le settimane ci sprona a farli giocare e divertire in palestra”.

Per questioni di orari e disponibilità del palazzetto i centri giocheranno l’uno contro l’altro due o massimo quattro per volta in contemporanea, ricavando due campi di dimensioni ridotte; di conseguenza anche l’impegno di partecipazione che verrà richiesto ai genitori risulterà dilazionato nel tempo e non eccessivo, garantendo comunque sempre un buon numero di atleti partecipanti.

La formula prevederà, come tra l’altro avviene nei trofei Minibasket Fip, lo svolgimento di un numero minimo di mini partite tra le squadre dei centri, al termine delle quali ogni squadra acquisirà 3 punti per la vittoria, 2 per il pareggio e 1 per la sconfitta; alla fine della sfida al centro che avrà totalizzato il maggior punteggio verranno assegnati i punti classifica, sempre con lo stesso criterio sopra esposto. In questo modo tutti i centri guadagneranno comunque sempre un punteggio valido.

La classifica che si andrà a formare sarà tenuta a titolo meramente indicativo ed alla festa di fine stagione tutti verranno premiati per la partecipazione; non esisterà un ultimo classificato ma verrà assegnato un trofeo per premiare il centro primo classificato; questo in quanto è nello spirito di questa lega stimolare la competizione con un premio, ma è altrettanto giusto incoraggiare tutti coloro che si sono impegnati.

Il trofeo del primo classificato verrà rimesso in palio l’anno successivo. I dirigenti cairesi auspicano che questa iniziativa abbia un ottimo riscontro tra i miniatleti e i genitori dei centri minibasket.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.