IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caccia al tordo bottaccio, Palazzo Chigi diffida la Regione: “Anticipate la chiusura”

Le associazioni ambientaliste auspicano che la Giunta regionale intervenga in fretta

Più informazioni su

Liguria. “Palazzo Chigi diffida la Regione Liguria ad anticipare la chiusura della caccia al tordo almeno al 20 gennaio”. A renderlo noto è il coordinamento delle associazioni ambientaliste liguri.

“Nove regioni italiane, fra cui la Liguria, sono state diffidate dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, in relazione ad una indagine (procedura EU-pilot) della Commissione UE sull’incompatibilità del periodi di caccia di alcune specie rispetto alla Direttiva UE del 1979 sulla tutela dell’avifauna, ed in relazione agli studi scientifici a disposizione sulla tutela delle popolazioni nei periodi pre-riproduttivi del tardo inverno. Con specifica nota della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 23 dicembre scorso, a firma del sottosegretario De Vincenti, si diffida il presidente della Regione Liguria a modificare entro 15 giorni la delibera del marzo 2015 sul ‘calendario venatorio 2015/16’, varata dalla precedente giunta Burlando, e a spostare dal 31 gennaio ad almeno al 20 gennaio 2016 la data di chiusura della caccia al tordo bottaccio”.

“Il termine è scaduto una settimana fa e la Giunta regionale della Liguria non ha ancora provveduto, come invece ha rapidamente fatto la Regione Friuli-Venezia Giulia. Il tordo bottaccio è la specie selvatica, dal punto di vista meramente numerico, maggiormente oggetto di abbattimenti a scopo ricreativo nella nostra regione, con 115.000 esemplari a stagione, secondo i conteggi del 2012 dei tesserini venatori ove si annotano i capi uccisi a caccia” concludono dalle associazioni ambientaliste liguri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.