IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alla Volvo Cup comincia bene il Settebello

Il coach Campagna ha stilato la lista dei 13 per l'Europeo di Belgrado, ci sono i savonesi Aicardi e Alesiani

L’anno nuovo è ormai iniziato e con esso arrivano nuove sfide per il Settebello che nel 2016 sarà impegnato agli Europei di Belgrado. In questi giorni la nazionale azzurra si trova a Gyor, Ungheria, per disputare la Volvo Cup, un torneo amichevole che consentirà al C.T. Campagna di rivedere alcuni ragazzi e valutarne altri.

Oltre al Settebello al trofeo partecipano anche Slovacchia, Spagna e i padroni di casa dell’Ungheria. L’esordio è avvenuto domenica proprio contro la squadra magiara, probabilmente la più temibile sulla carta, ma alla fine il tabellino arride al Settebello che vince 4-5 al termine di una partita intensa.

Campagna, che ha già diramato i convocati per Belgrado, ha chiamato a sé mezza Liguria, con l’ossatura del Settebello formata dai recchelini Tempesti, Gitto, Figlioli, Giorgetti, Bodegas, Di Fulvio e Giacoppo oltre ad Aicardi centroboa della Pro Recco, ma finalese di nascita, insieme al savonese Jacopo Alesiani.

L’esordio ungherese è stato felice, come detto, vincendo una partita tirata contro i forti padroni di casa grazie soprattutto a una partenza sprint, con un primo parziale da K.O. di 0-3 per gli azzurri grazie alle reti di Bodegas, Di Fulvio e Aicardi che hanno messo subito in discesa le sorti della partita.

Nel secondo quarto il Settebello ha controllato, un po’ soffrendo, ma rispondendo colpo su colpo agli ungheresi. A Hosnyànszky e Denes rispondono Giorgetti e Figlioli che mantengono i tre gol di vantaggio.

Dopo la sosta di metà tempo le squadre rientrano con un piglio battagliero, ma soprattutto con difese impenetrabili, Tempesti è perfetto e il quarto si chiude sullo 0-0.

Come da pronostico i magiari si gettano in avanti nell’ultima parte di gara e mettono paura all’Italia che subisce due reti, ma resiste e alla fine si porta a casa la vittoria.

Nell’altra sfida la Spagna ha avuto la meglio agevolmente sulla Slovacchia 10-5

Ungheria 4-5 Italia(0–3, 2–2, 0–0, 2–0)

Győr, Arbitri: Stampalija (Croazia), Koryzna (Polonia)

UNGHERIA: Nagy V. – Erdélyi, Hosnyánszky 1, Decker Á., Varga Dániel, Varga Dénes 1, Hárai. PANCHINA: Gór-Nagy, Vámos, Manhercz K., Bedő, Bátori 1, Tóth M. 1. COACH: Benedek Tibor

ITALIA: Tempesti – Di Fulvio 1, Giorgetti 1, Bodegas 1, Gallo, Presciutti, Aicardi 1. PANCHINA: Gitto, Figlioli 1, Giacoppo, S. Luongo, Baraldi, Velotto. COACH: Alessandro Campagna

Gol da vantaggi: HUN: 2/8, ITA: 5/12

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.