IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Agricoltura, proroga per l’obbligo della “certificazione verde”: la Regione scrive al ministro Martina

Toti: "Aspettiamo una risposta dal governo perché sull’esempio di altri paesi emani un provvedimento di proroga all’obbligo imposto dall’Europa"

Regione. “Aspettiamo una risposta dal governo perché sull’esempio di altri paesi, come l’Olanda e a breve anche la Germania, emani un provvedimento di proroga all’obbligo, imposto dall’Europa lo scorso 21 dicembre, della ‘certificazione verde’ per le imprese agricole che coltivano piante aromatiche, una produzione strategica per l’economia del ponente ligure”.

Lo dichiara il presidente della Regione Giovanni Toti in merito all’aggiornamento della normativa sulle certificazioni fitosanitarie obbligatorie alle aziende produttrici di erbe aromatiche.

“Ci siamo attivati nelle sedi competenti non appena abbiamo avuto notizia del provvedimento olandese – sottolinea l’assessore regionale all’agricoltura Stefano Mai – nel frattempo ci siamo comunque messi al lavoro per elaborare una strategia sul territorio con l’implementazione della presenza di ispettori fitosanitari per dare una risposta efficace alle imprese liguri”.

L’assessore Mai, che ha già incontrato le categorie ad Albenga per discutere il tema, annuncia che domani presenterà alle associazioni agricole le misure che la Regione intende attuare.

“Certamente – conclude Mai – sarebbe importante che anche l’Italia prorogasse l’entrata in vigore dell’obbligo europeo per avere il tempo necessario per poter operare sul campo e non penalizzare le nostre imprese sul mercato internazionale. In ogni caso, saremo a fianco delle nostre aziende”.

“Non solo l’Olanda ha già rinviato al 31 marzo prossimo l’obbligo di passaporto verde contro la xilella per gli agricoltori che commerciano le loro piante, ma adesso, da pochi minuti, anche la Germania pare abbia deciso di prorogare a fine marzo tale vincolo giuridico” dice il consigliere comunale di Albenga Eraldo Ciangherotti.

“Per questa ragione, dal centrodestra di Albenga parte la richiesta al ministro dell’agricoltura Martina, per ottenere la stessa agevolazione a favore delle nostre aziende agricole”.

“Con gli amici del centrodestra ingauno Nicola Podio, Guido Lugani e Roberto Tomatis, abbiamo organizzato insieme al Consigliere regionale capogruppo di Forza Italia Angelo Vaccarezza un incontro ad Albenga, lunedì mattina, alle ore 10, al Cianghe-point di Via Carloforte 17, per discutere dell’argomento con l’Europarlamentare di Forza Italia On.le Alberto Cirio. Al dibattito sono invitati tutti gli agricoltori della Piana di Albenga e le associazioni di categoria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.