IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano, pronti a partire i lavori per l’ampliamento delle scuole di Braiassa fotogallery

I lavori inizieranno la seconda settimana di novembre

A Toirano sono pronti a partire i lavori per l’ampliamento del plesso scolastico di località Braiassa. Il progetto prevede la realizzazione di nuove aule a servizio della scuola primaria, esigenza manifestata dalla direzione didattica al consigliere comunale delegato alla scuola Deni Aicardi e all’assessore ai lavori pubblici Giuseppe De Fezza in occasione delle diverse riunioni tra la dirigenza scolastica e l’amministrazione comunale.

“L’intervento – precisano De Fezza e Aicardi – prevede la realizzazione di un nuovo corpo di fabbrica di 430 metri quadri di superficie che sarà adiacente a quello esistente e collegato ad esso attraverso un corridoio. Il nuovo edifico ospiterà la scuola dell’infanzia, che sarà dotata di un proprio ingresso pensato per conferire un maggior grado di autonomia all’ampliamento e per migliorare la gestione dei flussi in entrata e uscita limitando le interferenze tra alunni delle scuole dell’infanzia e primaria”.

“All’interno della struttura si concentra appunto il nuovo nucleo della scuola dell’infanzia, con la presenza di tre sezioni, dimensionate per accogliere 29 bambini e comprendenti ciascuna propri servizi igienici dedicati. Oltre alle sezioni è stata prevista un aula riposo e attività (pensata per diventare all’occasione in futuro una ulteriore sezione da 25 bambini) e una stanza per assistente, in posizione atta a favorire il controllo dell’ingresso (locale che costituirà anche un ufficio per gli insegnanti). Ogni singola sezione è dotata di una vetrata orientata verso est, con vista sulla valle caratterizzata da un paesaggio di particolare pregio, e dimensionata in modo da garantire il rispetto dei rapporti aeroilluminanti previsti dal regolamento locale di igiene”.

Le dotazioni saranno più che all’avanguardia: “I serramenti di ciascuna aula saranno di ultima generazione del tipo scorrevoli, per l’incolumità degli alunni da eventuali urti e a isolamento termico per il risparmio energetico. A maggior garanzia di un buon livello di omogeneità nell’illuminazione dello spazio interno è stato prevista anche in ciascuna sezione una coppia di lucernari posti nella zona ovest (uno all’ingresso della sezione e uno all’interno dei servizi, opposti alle vetrate principali rivolte invece a est). La pavimentazione delle sezioni è in parquet di legno, composto da listelli affiancati di spessore 14 mm, essenza acero europeo per questo motivo in grado di offrire una durata molto elevata, unitamente alla gradevolezza del materiale naturale. Gli ambienti saranno opportunamente coibentati sia dal punto di vista termico con finitura esterna a cappotto per il risparmio energetico e sia dal punto vista acustico per abbattere la propagazione del rumore potenzialmente generabile dalla presenza dei bambini”.

Ecco come saranno le nuove scuole di Braiassa

Oltre alle aule, verranno realizzate anche altre strutture: “Le attività libere sono state pensate svolte all’interno dell’aula riposo, collocata in continuità alle altre aule, mentre il refettorio, che inizialmente era in condivisione con la scuola primaria, rimane nella medesima collocazione ma sarà riqualificato e utilizzato esclusivamente dalla scuola dell’infanzia (senza previsione di doppio turno). Per la scuola primaria sarà realizzato un nuovo refettorio al piano primo soprastante quello esistente, mentre le aule occupate saranno recuperate, in quantità maggiore, al piano terra negli spazi liberati dalla scuola dell’infanzia, garantendo quella che era la richiesta della direzione didattica e nello specifico 10 aule per il solo uso della scuola primaria.

“La copertura del nuovo volume costruito ipotizzata dall’amministrazione comunale era con tipologia a giardino pensile. Su richiesta della direzione didattica, la copertura sarà in tappeto anti trauma e sarà installata una pergola per garantire l’ombreggiatura agli alunni”.

L’intervento di riqualificazione del corpo esistente riguarda una superficie lorda pari a circa 100 metri quadri: “Tale superficie interessa in particolare la trasformazione del refettorio esistente al piano terra, attualmente in condivisione tra scuola dell’infanzia e scuola primaria, e la creazione di un nuovo refettorio, nel medesimo spazio, dedicato esclusivamente ai bambini più piccoli della scuola dell’infanzia, con eliminazione del doppio turno in quanto la nuova sala avrà la capienza per ospitare tutti i bambini della scuola dell’infanzia in turno unico. La modifica ha permesso inoltre di realizzare all’interno della superficie suddetta esistente anche degli spogliatoi e servizio igienico insegnanti e un deposito, sempre a servizio della scuola dell’infanzia”.

Ecco come saranno le nuove scuole di Braiassa

“La scuola primaria utilizzerà un refettorio dedicato, ricavato dall’unione di due aule al primo piano. Tali aule sottratte alla dotazione della scuola primaria, sono integrate con le aule che si andranno a liberare, con il trasferimento di spazi dedicati alla scuola dell’infanzia all’interno del nuovo intervento. In questo modo anche la dotazione di spazi della scuola primaria risultano incrementati. Si prevede di utilizzare l’accesso al plesso esistente e da questo punto, che sarà coperto mediante realizzazione di una nuova pensilina di circa 90 metri quadri, realizzare un percorso dedicato al nuovo ampliamento. Il nuovo spazio coperto andrà a costituire una zona di attesa nelle fasi di ingresso ed uscita degli alunni, proteggendo dalla pioggia e dall’irraggiamento nei mesi caldi. La struttura, opportunamente dimensionata e calcolata, sarà dotata di minimi punti d’appoggio, limitati per quanto possibile, in modo da non compromettere la fruizione dello spazio a terra, privilegiando fissaggi a parete e realizzando profili lineari continui e senza sostegni centrali. La pensilina sarà realizzata in policarbonato o comunque materiale trasparente per non creare zone d’ombra. Su tale particolare architettonico si ringrazia la minoranza che ha collaborato al miglioramento estetico di tale elemento durante la riunione tecnica e illustrativa del progetto”.

“L’edificio sarà dotato di un impianto ascensore in servizio tra il piano terra e il primo. Tale impianto sarà installato all’interno di un vano esistente, già predisposto in precedenza per alloggiare un impianto la cui installazione era stata fino ad ora rimandata”.

I lavori inizieranno la seconda settimana di novembre.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. alessandro bragheri
    Scritto da alessandro bragheri

    ottima iniziativa .. ma progetto architettonicamente scadente .. la scuola va concepita come una casa non un capannone.
    possibile non ci siano bravi progettisti?