IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

To Nite Bus a Savona, Gianni Pastorino chiede alla Regione di finanziare il servizio anche nel 2016

"La Regione è chiamata a contribuire con tremila euro"

Regione. Nel corso dell’ultimo consiglio regionale di martedì scorso, il consigliere Gianni Pastorino di “Rete a Sinistra” ha presentato una mozione che impegna lagGiunta a reperire la somma richiesta dal Comune di Savona per il mantenimento nel 2016 del progetto sperimentale “To Nite Bus”, servizio di trasporto pubblico in notturna per giovani e turisti attivo fra le 22 e le 5 del mattino.

La seconda edizione dell’iniziativa, promossa da Savona e da altri nove Comuni della provincia con la collaborazione della Regione e di numerosi soggetti pubblici e privati, nel 2015 è rimasta attiva dal 12 giugno al 12 settembre, consentendo a oltre tremila persone di spostarsi fra Noli e Varazze nei weekend delle notti rivierasche con biglietto fisso di andata e ritorno di 4 euro.

Rispetto al 2014, la fruizione del servizio segna trend in crescita rilevante, dimostrando non solo che l’idea è buona ma anche che ha successo.

“La Regione è chiamata a contribuire con tremila euro – dichiara Pastorino – Una cifra esigua, se consideriamo l’altissima valenza sociale di questo servizio che promuove la sicurezza stradale e la mobilità sostenibile”. E produce anche utili per l’azienda di trasporti savonese, considerando che il To Nite Bus ha portato 12 mila euro nelle casse della partecipata.

La maggioranza e l’assessore Berrino decidono di rinviare il provvedimento in commissione, per valutarne l’eventuale applicabilità logistica ed economica ad altre zone della Liguria. A tale decisione il consigliere Pastorino replica: “Questo non è un progetto in divenire; è un’iniziativa già esistente. Stabiliamo un impegno: prima individuiamo un capitolo di spesa che copra gli attuali fabbisogni, poi estendiamo il progetto ad altre zone. Così vinceremo due volte; e al tempo stesso costruiremo una strategia di prevenzione ai rischi della strada. Basta solo che la Regione dimostri l’impegno concreto a finanziare l’esistente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.