IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Sulle orme di Bebe Vio: al Circolo Savona si potrà praticare la scherma paralimpica foto

L'attività parte in collaborazione con l’Unità Spinale di Pietra Ligure

Savona. Lo sport per tutti è l’obiettivo che il Circolo Scherma Savona prova a perseguire con la nuova iniziativa in cantiere e che “allargherà” le attività sociali.

Dopo anni di attività e stretta collaborazione con l’Unità Spinale di Pietra Ligure, infatti, il Circolo Scherma Savona ha deciso di costruire un percorso di scherma paralimpica, con l’intento di avvicinare a questa disciplina tutti coloro che vorranno provare a praticare questo meraviglioso sport e magari vincere una medaglia d’oro come Bebe Vio.

Mi piacerebbe – commenta Federico Santoro, maestro del Circolo – innanzitutto costruire un percorso per atleti paralimpici che possa portare un giorno magari non troppo lontano uno dei nostri atleti a partecipare a competizioni paralimpiche sia a  livello nazionale che, perché no, internazionali”.

Proprio come Bebe Vio, la diciottenne schermitrice salita negli ultimi mesi agli onori delle cronache sportive per aver rappresentato l’Italia ai recenti campionati mondiali di scherma paraolimpica in Germania. Ma, come ogni atleta che si rispetti, Bebe non ha solo partecipato alla competizione iridata ma ha vinto, laureandosi campionessa del mondo di fioretto. Come una piccola Vezzali o Di Francisca.

Bebe è uno splendido esempio – commenta Santoro –. Ha sempre fatto scherma fino a quando, all’età di 11 anni, una meningite l’ha costretta a intraprendere una strada tutta in salita. Lei, però, non si scoraggiata e sorretta da una famiglia meravigliosa ha superato tutti gli ostacoli, con una forza d’animo ed un sorriso che le hanno aperto tutte le porte, un sorriso da copertina sbarazzino a cui non si può negare nulla. Sono in contatto col papà, una persona davvero in gamba”.

Spero – prosegue -, in un prossimo futuro, di portare Bebe a Savona e riuscire ad organizzare un evento insieme a questa splendida ragazza, vera ambasciatrice del nostro sport”.

Un esempio ed uno stimolo, quello di Bebe Vio che potrebbe rappresentare uno sprone per tanti ragazzi e ragazze per rimettersi in gioco anche attraverso lo sport. Questo è l’obiettivo, ambizioso, che il Circolo Scherma Savona si dà.

Tutti coloro che vorranno provare a iniziare scherma – conclude il maestro Santoro – lo potranno fare nella nostra palestra di via Mentana, dove è stata adibita una pedana con le caratteristiche ad hoc per praticare questa disciplina con tutto il materiale fornita dal Circolo”.

Un’occasione per socializzare e stare insieme ma anche un modo per praticare uno sport ad alto livello da atleta vero.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.