IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, Valente (M5S): “I tagli del Governo compromettono l’attività del Teatro Chiabrera”

"Sono stati modificati in maniera sconsiderata i criteri di assegnazione del fondo statale che finanzia le attività teatrali, musicali, circensi e della danza"

Savona. “A seguito dell’entrata in vigore del decreto ministeriale del primo luglio 2014, sono stati modificati in maniera sconsiderata i criteri di assegnazione del Fus (Fondo Unico per lo Spettacolo), ossia il fondo statale che da oltre trent’anni finanzia le attività teatrali, musicali, circensi e della danza. E come volevasi dimostrare, le modifiche intervenute la scorsa estate tramite i decreti direttoriali di assegnazione dei contributi stanno incidendo in maniera estremamente deleteria sui bilanci e sulla programmazione di tantissime istituzioni musicali italiane, tra cui l’importante realtà savonese dell’Opera Giocosa”.

A dichiararlo il deputato savonese del Movimento 5 Stelle Simone Valente che precisa: “La Opera Giocosa nasce come Centro culturale sperimentale lirico acquisendo in breve tempo un posto di primo piano nel panorama artistico italiano e le nuove misure stanno generando effetti fortemente discriminatori per questa realtà teatrale che dopo sessant’anni di stimata attività ha subito una pesante decurtazione contributiva rispetto agli anni precedenti; appare del tutto evidente, infatti, come le nuovi regole messe in campo da Franceschini non determinano risultati apprezzabili, in termini di estensione del pluralismo, di efficienza dell’intervento pubblico nonché di corretta valutazione della qualità artistica e per l’Opera Giocosa ciò si traduce in una seria difficoltà nel mantenere in vita un regolare palinsesto, considerato che la programmazione degli spettacoli era stata pianificata come di consueto tenendo conto delle congrue risorse normalmente assegnate ogni anno”.

“Vorrei, quindi, esprimere il mio sostegno nei confronti di questa istituzione culturale che grazie alle sue maestrie ed eccellenze artistiche ha dato particolare impulso alle tradizioni musicali locali, ottenendo in tal modo il riconoscimento della qualifica di Teatro di Tradizione e in Italia i teatri che possono fregiarsi di questo titolo sono in tutto una ventina; tra questi l’Opera Giocosa, rappresenta l’unico teatro di tradizione per quanto concerne la regione Liguria”.

“Sulla sconcertante vicenda Opera Giocosa e sui nuovi criteri di assegnazione Fus ho presentato due interrogazioni nei confronti delle quali auspico vivamente che il ministro Franceschini venga a rispondere in Parlamento quanto prima, dando anche opportune e celeri risposte non solo alla mia richiesta di accesso agli atti ma soprattutto alle numerose istanze provenienti da tutta Italia al fine di riconsiderare la gravità della situazione che non sta facendo altro che mortificare senza alcun ritegno le eccellenze musicali del nostro paese” conclude Valente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.