IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, sbuca il sottopasso alla Torretta: “Progetto fatto per Di Tullio, non l’ha mai guardato” fotogallery

Le immagini mostrano una rampa al posto dell'attuale parcheggio moto: permetterebbe di eliminare l'attraversamento pedonale e le code conseguenti

Più informazioni su

Savona. “Per questo attraversamento pedonale, coda fino in via Stalingrado….!!!!”. Un post pubblicato in mattinata da un utente del gruppo Facebook “Una passeggiata per Savona”, che ha l’obiettivo di denunciare le situazioni di degrado o incuria in città: a corredo un’immagine che ritrae l’attraversamento pedonale di fronte alla Torretta e al nuovo ponte mobile della Darsena.

Un post come tanti, che poteva rappresentare il semplice mormorio per una situazione, quella della viabilità sull’Aurelia, che non conosce pace ormai da tempo. E invece no. Perché pochi minuti dopo, a quel post, risponde Paolo Forzano (noto nella sua veste di presidente del Comitato Casello Albamare), sfoderando i progetti dettagliati, con tanto di rendering, di un sottopasso proprio in quel punto.

Forzano non è nuovo a queste cose: fu proprio lui a lanciare per primo l’idea di un casello autostradale tra Albisola Superiore e Savona (da qui il nome del comitato, “Casello Albamare”) e in tempi recenti è lui il principale oppositore dell’attuale progetto dell’Aurelia Bis. E come nel caso di quest’ultima, il bersaglio è sempre Livio Di Tullio: secondo quanto raccontato da Forzano quel progetto per il sottopasso nascerebbe proprio da una richiesta del vicesindaco. Una richiesta alla quale, però, non sarebbe mai seguito nulla.

sottopasso torretta

Forzano posta una decina di immagini, datate 13 febbraio 2014: il sottopasso andrebbe ad occupare l’area che attualmente ospita un piccolo parcheggio moto, non intaccando dunque l’attuale viabilità, e collegherebbe gli archi di via Paleocapa con la zona del ponte mobile. Le immagini mostrano tutta la progettazione: l’imbocco dall’ultimo arco, una rampa a tornante che sfrutterebbe i 2,70 metri di altezza dell’Aurelia rispetto al mare per far passare i pedoni al di sotto della statale e farli uscire dal muraglione tra la zona del ponte mobile e la statua del pescatore.

sottopasso torretta

“Un progetto realizzato da me, Paolo Forzano, su richiesta di Di Tullio, che ‘non mi ha mai ricevuto’ per la presentazione di questo progetto”, denuncia il presidente del Comitato Casello Albamare: l’ultima puntata di uno scontro ormai serrato e totale. E quel sottopasso, almeno per ora, rimane solo sulla carta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. unbe
    Scritto da unbe

    questo è un buon progetto, utile e di veloce realizzazione. L’importante è che il sottopassaggio sia rispettoso dell’architettura liberty del palazzo che lo sovrasta. Andrebbe fatto in stile liberty anch’esso.