IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona Fbc, un mercoledì da leoni: doppia vittoria sulla Juventus

Tre giorni dopo la Sampdoria, Under 15 e Under 17 si ripetono

Savona. Altra giornata indimenticabile per le formazioni nazionali del Savona Fbc. Sia i Giovanissimi Under 15 che gli Allievi Under 17 hanno vinto contro la Juventus nel recupero della prima giornata dei rispettivi campionati, disputato al “Levratto” di Zinola davanti a tribune esaurite.

Hanno aperto la giornata i Giovanissimi Under 15, opposti ai pari leva 2001 bianconeri.

Mister Napoli schiera Berruti, Arena, Chinelli, Masha, Genduso, Colombo, Giusto, Negro, Mehmetaj, Giovannini, Crubellati; a disposizione Ventura, Lazzaretti, Pregliasco, Molina, Giorgi, Tubino, Zunino.

Partita tatticamente molto intelligente dei giovani striscioni, bravi a contenere le giocate degli avversari e a ripartire con rapidi contropiede. In uno di questi, a due minuti dalla fine del primo tempo, verticalizzazione di Giovannini per Mehmetaj, che attacca benissimo lo spazio, brucia il diretto marcatore e batte il portiere ospite Siano con un morbido pallonetto.

Non cambia il cliché nella ripresa: i biancoblù sono sempre pericolosi sulle ripartenze. Crubellati sfiora il gol (Siano si salva in angolo) e sul susseguente tiro dalla bandierina, al 15°, imperioso stacco di Masha che batte imparabilmente l’estremo ospite. Sale in cattedra anche Berruti, bravo a respingere d’istinto una conclusione ravvicinata di Diallo e l’ordinata difesa del Savona capitola solo a 5′ dalla fine per un bel colpo di testa di Leone su azione da calcio piazzato. Finisce 2 a 1.

Sulle ali dell’entusiasmo, ottimo approccio alla partita anche per gli Allievi Under 17, classe 1999, contro i bianconeri in campo sotto leva. Mister Procopio manda in campo Bresciani, Ciminelli, Berruti, Martino, Revello, Ferrara, Mancini, Rampini, Ottonello, Morselli, Vallerga; riserve Sadiku, Riolfo, Ghibaudo, Damonte, Mazzotta, Pollero, Galati, Perrone, Gambacorta.

Dopo poco più di un minuto è già gol: verticalizzazione di Revello per Morselli e gran tiro imparabile all’incrocio. La Juventus crea una gran mole di gioco, senza però rendersi eccessivamente pericolosa. Bresciani è superlativo su Riva solo in un’occasione nata da un rimpallo fortuito. Al 33° arriva il raddoppio al termine di una bella azione corale: palla dal solito Revello sulla destra per Vallerga (classe 2000), cross teso al centro dove Morselli anticipa secco il diretto marcatore e tira al volo, prodezza d’ istinto del portiere ospite Barosi, che però nulla può sulla seconda conclusione di Ottonello.

Ripresa e Vallerga fugge ancora sulla destra: il suo rasoterra, leggermente deviato dal portiere, colpisce il palo interno, tornando poi fra le braccia dell’estremo juventino. E’ il preludio al gol: al 15° palla in profondità di Rampini per Morselli, stop e morbido pallonetto ai danni di Barosi per il 3-0. La Juventus segna poi il gol della bandiera con una punizione da venticinque metri di Capellini.

A prescindere dai risultati, le leve nazionali hanno confermato i progressi già evidenziati nella duplice vittoria con la Sampdoria di domenica scorsa. L’entusiasmo e le voglia di far bene di tutto il gruppo è la nota più positiva. Il palcoscenico dei massimi tornei nazionali dà quel pizzico di pepe in più. Importante rimanere coi piedi ben saldi per terra e non smettere di avere voglia di migliorare.

Nella foto: festa grande per i 2001 al termine del match contro la Juventus.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.